Cercano di rapinare un tabaccaio e sparano tre colpi di pistola. Un arresto

Serata convulsa quella di ieri nel centro di Serramazzoni, dove l'esercente di via Roma è stato atteso da due rapinatori armati che hanno cercato di rubare l'incasso. L'intervento e l'indagine dei Carabinieri hanno portato a fermare uno straniero trovato in possesso di armi illegali

Ieri sera a Serramazzoni intorno alle 19.30, cioè appena dopo l'orario di chiusura del suo negozio, il tabaccaio di via Roma è stato vittima di una tentata rapina. L'uomo è stato intercettato da una coppia di malviventi mentre si stava recando verso piazza Tasso per depositare presso la cassa continua della banca la cassetta con l'incasso della giornata. I due lo hanno minacciato con un'arma, ma il commerciante non ha ceduto ed è fuggito a gambe levate, trovando riparo in un bar poco distante.

Per cercare di intimidire ulteriormente la vittima e impedirne la fuga, uno dei due banditi ha sparato almeno tre colpi di pistola in aria, ma il gesto non ha avuto alcun effetto, tanto che i criminali hanno deciso di ritirarsi, fuggendo a bordo di un'auto.

Subito è partito l'allarme ai Carabinieri, giunti sia dalla stazione di Serramazzoni, sia da Pavullo. Dopo aver raccolto la testimonianza, le indagini sono partite a spron battuto e i militari si sono mossi su alcuni individui sospetti, che evidentemente erano già monitorati. La caccia ha avuto presto successo.

Gli uomini dell'Arma hanno raggiunto presso la sua abitazione un cittadino straniero, già noto per comportamenti violenti e precedenti penali. Si tratta di un albanese di 41 anni, sposato, con due figli e regolarmente residente a Vignola. La perquisizione della sua abitazione ha permesso di ritrovare diversi arnesi da scasso, un passamontagna, ma soprattutto due armi detenute illegalmente e modificate, con relative munizioni. Si tratta di un fucile cui è stata mozzata la canna e tagliato il calcio e di un revolver .38 rubato alcuni anni fa sempre in Appennino. Proprio questa seconda arma dovrebbe essere quella da cui sono partiti i colpi durante la tentata rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 41enne è stato arrestato con l'accusa di detenzione abusiva di armi, ma sono in corso tutti gli accertamenti per inchiodarlo come responsabile del crimine commesso qualche ora prima, aspetto per il quale serviranno - almeno formalmente - ulteriori prove. E' stata identificata anche l'auto utilizzata per lo spostamento, una Ford Fiesta rubata proprio a Vignola alcuni giorni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • A Modena 100 nuovi contagi. Decedute due anziane in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento