Rapina e tentata violenza in profumeria, in manette un clandestino 34enne

La Polizia ha identificato e poi rintracciato lo straniero senza fissa dimora che il 17 dicembre ha razziato la Profumeria Vaccari di largo Garibaldi sequestrano la commessa

Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Modena sono riusciti nelle scorse ore ad identificare l'autore della rapina avvenuta il 17 dicembre ai danni della Profumeria Vaccari di largo Garibaldi. Un reato particolarmente grave che aveva destato allarme in città per le sue modalità spregiudicate.

L'uomo era entrato nei locali all'apertura e aveva immobilizzato e bendato la commessa 22enne che si trovava sola nel negozio, chiudendo poi a chiave la porta e iniziando la sua razzia. Si era impossessato del denaro contenuto nella casa e poi aveva riempito alcune borse con i profumi esposti, per un valore di diverse migliaia di euro. La sua follia criminale non si era però fermata qui: la giovane dipendente ha spiegato di essere stata minacciata con un coltello e che lo straniero ha provato ad abusare di lei, interrotto solo dal suono del campanello di un cliente, la cui presenza ha messo in fuga il malintenzionato con il bottino.

L'attività degli inquirenti è iniziata subito dopo i fatti e grazie ai suggerimenti della vittima è stato possibile isolare un'impronta digitale che ha fornito un riscontro positivo nella banca dati delle forze dell'ordine. Gli altri accertamenti svolti dalla Polizia hanno pian piano chiuso il cerchio intorno al colpevole, che è stato identificato in un 34enne di nazionalità nigeriana, clandestino e pluripregiudicato.

L'uomo si era trattenuto in città e gli agenti sono riusciti ad identificare il suo nascondiglio e a raggiungerlo. Il 34enne - essendo irregolare e destinatario di ordini di espulsione - viveva infatti abusivamente in zona Tempio, nel sottotetto di una casa abitata da suoi connazionali. L'arresto è avvenuto ieri dopo l'ordine di carcerazione emesso dal Gip su richiesta del Pm Katia Marino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nigeriano è accusato di rapina aggravata, sequestro di persona e tentata violenza sessuale. Nono solo: deve anche rispondere di un furto avvenuto il giorno prima presso un supermercato di via Vignolese. La stessa commessa lo aveva già riconosciuto come l'autore di un piccolo furto avvenuto all'interno del negozio il 1 dicembre scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento