menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna rapinata nel parcheggio del Lidl, preso uno dei malviventi

Nella giornata di sabato scorso i Carabinieri hanno fermato un trentenne nordafricano e un altro straniero a bordo dell'auto sottratta la sera prima in viale Amendola. Ora il giovane si trova in carcere

E' durata solo poche ore la latitanza di uno dei tre malviventi che nella serata di venerdì scorso avevano aggredito una donna di 54 anni nel parcheggio del supermercato Lidl di viale Amendola. Un giovane clandestino è infatti stato bloccato dai Carabinieri della Compagnia di Modena all'indomani dei fatti: il fermo è stato convalidato e ora l'uomo si trova in carcere con l'accusa di rapina.

Tutto era accaduto intorno alle ore 20.30 del 19 marzo, quando tre stranieri si erano già fatti notare per il loro stato di agitazioni davanti al discount, già richiamati anche dal personale di vigilanza. Secondo quanto ricostruito sul posto dalle testimonianze dei presenti, la donna era stata seguita mentre attraversava l'area del parcheggio diretta alla propria auto: i tre l'avevano poi aggredita, probabilmente per rubarle la borsetta o altre cose di valore, salendo a bordo dell'aiuto. La signora era stata strattonata - riportando anche alcune contusioni - ma era riuscita a mettersi in salvo, di fatto fuggendo dall'abitacolo della propria vettura.

A quel punto i tre si erano impossessati del mezzo, una Fiat Panda, fuggendo a bordo di essa. Gli addetti alla sicurezza di Lidl erano intervenuti , ma i tre stranieri erano fuggiti a tutto gas, salendo sopra un'aiuola e poi abbattendo una siepe, irrompendo così su viale Amendola all'altezza del semaforo con via Pisano e fuggendo ad alta velocità.

Aggrediscono una donna e le rubano l'auto e fuggono. Poco dopo l'incidente di un rider

Sul posto era intervenuta la Polizia di Stato, che aveva raccolta la denuncia della vittima. La targa dell'auto rubata erra stata inserita in banca dati e condivisa con le altre forze dell'ordine, permettendo così, qualche ora dopo, ai Carabinieri di rintracciare il mezzo. 

Nella serata di sabato i militari della Sezione Operativa della Compagnia di Modena hanno perlustrato un'area "sensibile", ovvero quella intorno all'ospedale di Baggiovara, dove da molti anni diversi stranieri irregolari trovano rifugio, approfittando di alcuni casolari abbandonati.
Proprio qui gli uomini dell'Arma hanno rintracciato per strada la Panda, che è stata bloccata immediatamente. A bordo vi erano due persone. Uno di questi, un 30enne tunisino irregolare in Italia, è stato riconosciuto come uno degli autori della rapina e sottoposto a fermo. L'altro, invece, è stato denunciato per ricettazione. L'auto sarà quindi restituita alla legittima proprietaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento