menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre borseggi dall'auto in corsa, scippatore in manette

Identificato l'autore di tre crimini commessi a Modena tra gennaio e marzo scorsi: è un 42enne pregiudicato residente a Soliera. Nell'ultimo scippo la vittima era caduta fratturandosi un braccio

Da ieri si trova dietro le sbarre di Sant'Anna un 42enne italiano residente a Soliera, accusato di aver commesso almeno tre scippi. L'uomo, A. B. le iniziali, era già noto alle forze dell'ordine per alcuni precedenti e per problemi di tossicodipendenza, ma nelle ultime settimane gli investigatori della Squadra Mobile sono risaliti al suo nominativo indagando su alcuni dei numerosci scippi che si sono verificati per le strade di Modena.

Tre gli episodi contestati al 42enne. Il primo risale al 14 gennaio, quando insieme ad un complice aveva affiancato una donna nei pressi del bar di strada Barchetta e le aveva strappato un borsello. Il giorno successivo era tornato alla carica, colpendo questa volta da solo, ma con lo stesso metodo, in via Montefiorino: qui aveva rubato una borsa con denaro e un costoso smartphone.

Il criminale si era poi palesato nuovamente il 30 marzo scorso, questa volta in via Agnesi, zona Villaggio Giardino. In questo caso la vittima, sempre una donna, non solo aveva subito il furto della borsetta, ma aera anche rimasta ferita, riportando la frattura di un braccio.

Grazie alla testimonianza delle donne derubate e alle riprese delle telecamere comunali, la Polizia è riuscita a risalire all'auto dello scippatore e poi alla sua identità. Dopo la richiesta della Procura, il Gip ha confermato ieri la misura cautelare in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Emilia-Romagna 1.208 nuovi positivi, di cui metà asintomatici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento