rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Medolla

Spaccia cocaina ai giovani, le consegne organizzate su Whatsapp

I Carabinieri di Medolla hanno arrestato un 36enne che riforniva diversi clienti tra i 20 e i 30 anni, nella zona della bassa. Sul cellulare tutta la cronologia delle consegne

Da qualche tempo era finito sotto la lente di ingrandimento dell'Arma. Un 36enne residente a Medolla è stato arrestato la scorsa notte nel paese della Bassa, dopo che i Carabinieri lo avevano monitorato sospettandolo di spaccio di stupefacenti. Una pista che si è rivelata corretta, in quanto i militari hanno sorpreso l'uomo durante una compravendita, dopo cioè che aveva ceduto una dose di cocaina ad un giovane del luogo.

I due sono stati fermati e perquisiti, ma non è stato trovata altra sostanza oltre a quella appena ceduta. Ma a tradire lo spacciatore e dimostrare come non si trattasse di un crimine occasionale è stato il telefono cellulare. Più precisamente, la messaggistica di Whatsapp.

I Carabinieri, infatti, hanno controllato le conversazioni scoprendo che il 36enne aveva un fiorente giro d'affari, che interessava specialmente i giovani della zona, tra i venti e i trent'anni. Con il compratore sorpreso ieri notte era in corso un contatto continuo, che consisteva in due dosi a settimana negli ultimi tre mesi.

Alla luce di quanto scoperto, gli uomini dell'Arma di Medolla hanno deciso di arrestare lo spacciatore, sul conto del quale saranno svolti altri accertamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccia cocaina ai giovani, le consegne organizzate su Whatsapp

ModenaToday è in caricamento