rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Lo spaccio in zona Tempio non conosce quarantena, pusher in manette

Anche ieri uno spacciatore nigeriano è stato tratto in arresto dai Carabinieri dopo che aveva venduto cociana ad un acquirente giunto dalla provincia di Reggio Emilia

Nel corso dei controlli effettuati ieri pomeriggio in città, i Carabinieri sono riusciti ad individuare e arrestare uno spacciatore. Il teatro è sempre quello, che negli ultimi tempi sta vedendo la presenza abbstanza stabile di pusher, a discapito della quarantena: ci riferiamo alla zona alle spalle del Tempio, tra via Piave e via Poletti.

Ieri i militari hanno sorpreso un 28enne nigeriano, già noto alle forze dell'ordine, nell’atto di spacciare una dose di cocaina ad un 52enne proveniente dalla provincia di Reggio Emilia. Oltre alla dose di stupefacente, è stata sequestrata allo straniero la somma di 120 euro in contanti, ritenuta provento dell’attività illecita.

Nel corso dell’intervento, peraltro, il nigeriano si rivoltava contro gli uomini dell'Arma rivolgendovi ripetute minacce. Lo straniero è quindi stato tratto in arresto con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e minaccia a pubblico ufficiale. La direttissima appena celebrata ha confermato l’arresto e il trasferimento nel carcere di Reggio Emilia.

L’italiano acquirente della droga è stato segnalato alla prefettura. Per entrambi è scattata la sanzione amministrativa per violazioni alle norme sul contenimento del virus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spaccio in zona Tempio non conosce quarantena, pusher in manette

ModenaToday è in caricamento