rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Caduti in Guerra / Viale Caduti in Guerra

Spacciatore arrestato dopo una fuga in bici. Dito fratturato per un poliziotto

Un giovane nigeriano pluripregiudicato è stato braccato per le vie della zona Tempio e poi ammanettato. Aveva con sè dosi di cocaina ed eroina

Era stato arrestato dai Carabinieri l'11 gennaio scorso per spaccio e resistenza, ma era stato subito rimesso in libertà e aveva tranquillamente ripreso la sua attività illecita in città. Protagonista della vicenda è un trentenne nigeriano, che nel giro poche settimane è finito in manette per la seconda volta, in questo caso ad opera della Polizia si Stato, dopo aver ferito nuovamente un uomo delle forze dell'ordine.

E' stata una pattuglia della Volante ad intercettare ieri mattina intorno alle ore 10 lo straniero, che stava pedalando su una bici elettrica lungo via Poletti, zona frequentata non di rado dagli spacciatori. L'uomo ha cercato di evitare il controllo dandosi alla fuga, inseguito a piedi da un agente, mentre l'altro in auto lo precedeva per sbarrargli la strada. L'inseguimento è durato per pochi metri, in via Muzzioli e poi in viale Caduti in Guerra, dove il trentenne è stato bloccato.

Come ultimo tentativo il malvivente ha scaraventato la bici addosso al poliziotto che stava per raggiungerlo: l'agente è stato colpito con la pesante batteria del mezzo su di un piede e ha riportato la frattura dell'alluce (prognosi di 21 giorni). Ciò nonostante i due colleghi della Volante sono riusciti ad ammanettare il nigeriano e a recuperare la droga di cui si era disfatti nella fuga.

Complessivamente sono stati sequestrati 4 grammi di cocaina e 5 di eroina, oltre a tre telefoni cellulari e 70 euro in contanti. Le accuse a carico dello straniero sono di detenzione ai fini di spaccio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore arrestato dopo una fuga in bici. Dito fratturato per un poliziotto

ModenaToday è in caricamento