Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Spaccio di cocaina tra Carpi e la Bassa, inacastrati e portati in carcere due pusher

Due fratelli tunisini sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio grazie alle indagini del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Carpi nel territorio di Cavezzo

a scorsa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo di Carpi, insieme ai colleghi di Cavezzo e San prospero, hanno stretto il cerchio intorno a due stranieri da tempo sospettati di gestire un significativo giro di spaccio di cocaina nella zona. I militari sono riusciti a bloccare i due in via Volturno, a Cavezzo, e dalla perquisizione personale sono spuntati 5 involucri contenenti ciascuno poco meno di un grammo di cocaina. Tanto è bastato per far scattare anche il blitz negli appartamenti dei due nordafricani, che ha rivelato con chiarezza la loro occupazione.

Nell'abitazione, infatti, sono stati trovati altri 30 grammi della stessa sostanza, oltre a 5 di hashish, ma anche sostanza da taglio, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. tutto è statao sequestrato, insieme a tre telefoni cellulari e alla somma di 4.500 euro in contanti.

I due, un 38enne e un 34enne in regola con il permesso di soggiorno, sono quindi stati arrestati e scortati dietro le sbarre del Sant'Anna in attesa della decisione dell'autorità giudiziaria.

L'indagine dell'Arma ha ricostruito nel tempo l'attività dei due spacciatori, che si muovevano con grande circospezione per evitare di destare sospetti e che avevano una clientela ormai consolidata, costituita tra l'altro da imprenditori, calciatori delle squadre locali (non professionisti, modelle e altri personaggi del "jet set" carpigiano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di cocaina tra Carpi e la Bassa, inacastrati e portati in carcere due pusher

ModenaToday è in caricamento