Spaccio, inseguiti sul cavalcavia e arrestati in viale Gramsci

Due giovani nigeriani in manette grazie all'entervento dei Carabinieri. Sequestrati eroina, crack e marijuana

Ieri sera i Carabinieri di Modena hanno tratto in arresto un 33enne ed un 21enne di nazionalità nigeriana, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. I due giovani sono stati fermati all’altezza del cavalcavia Mazzoni dai militari, che avevano notato movimenti sospetti con altri giovani della zona, nota per essere punto di transito dei pusher nigeriani che operano tra la atazione e il parco XXII Aprile.

I due stranieri si sono però opposti alle operazioni di identificazione e si sono dati alla fuga. Bloccati in viale Gramsci da altri militari intervenuti a supporto dei colleghi, i due sono stati perquisiti e trovati in possesso di 1,6 grammi di eroina, 5,9 di crack e 2 di marijuana, ineieme a quattro telefoni cellulari e la somma contante di 225 euro, il tutto sottoposto a sequestro.

Gli arrestati sono stati trattenuti in camera di sicurezza per essere sottoposti a processo direttissimo nella giornata odierna.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento