Spaccio in zona Cialdini, un terzo giovanissimo finisce in cella

Terzo arresto dei Carabinieri in pochi giorni sotto al cavalcavia: si tratta sempre di cittadini tunisini poco più che maggiorenni

Negli ultimi cinque giorni sono finiti in manette tre giovani spacciatori, tutti bloccati dai Carabinieri nello stesso punto: la base del Cavalcavia Cialdini nei pressi degli uffici comunali di via Santi. In tutti e tre i casi si è trattato di giovanissimi di origine tunisina, senza fissa dimora e noti per altri precedenti.

L'ultimo in ordine di tempo è stato un 18enne, individuato ieri pomeriggio dai militari che erano ancora una volta appostati nella zona. Il ragazzo ha ceduto cocaina a due giovani di Carpi, a loro volta fermati per poi essere segnalati alla Prefettura.

Nel complesso sono stati sequestrati 5 grammi di droga e 310 euro in contanti.

Spaccio senza sosta, arresto identico appena 24 ore prima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

  • Chiama i vigili per spostare un auto in sosta davanti al cancello, ma il cartello era clonato

  • Coronavirus, risalgono i numeri in regione. A Modena quasi 500 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento