É gli arresti domiciliari ma spaccia droga, arrestato un 26enne

I Carabinieri si sono portati a casa del giovane per un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale, ma hanno scoperto che in casa aveva hashish e marijuana

Nei giorni scorsi un giovane nordafricano è stato raggiunto da un provvedimento di esecuzione di pene residue, in quanto condannato ad un anno e sette mesi di carcere per i reati di rapina e resistenza pubblico ufficiale: si tratta del 25enne marocchino che venne arrestato il 31 marzo dell'anno scorso dopo l'aggressione ad uno stagista del ristorante L'Erba del Re in piazza Pomposa.

Il magrebino si trovava giò agli arresti domiciliari e ieri i Carabinieri della stazione di Modena San Damaso si sono portati presso la sua abitazione per notificare il provvedimento e scortarlo quindi presso il carcere di Sant'Anna. I militari hanno però fatto una scoperta imprevista, dal momento che il giovane è stato trovato in possesso di 135 grammi di marijuana e 8,5 grammi di hashish, evidentemente destinati allo spaccio.

Così, oltre all'arresto già previsto, il 26enne è stato denunciato a piede libero anche per il possesso della droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento