Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Stadio Braglia / Parco di Piazza D'Armi Novi Sad

Fugge alla vista del cane antidroga, pusher inseguito e arrestato al Novi Sad

Il giovane richiedente asilo aveva con sè oltre un etto fra marijuana e hashish ed è stato bloccato dai militari di Strade Sicure dopo un tentativo di fuga. Operazione congiunta di Carabinieri e Municipale

L'arrivo dell'unità cinofila dei Carabinieri, ieri nel primo pomeriggio, ha creato il panico fra gli stranieri che sostavano sulle panchine del parco Novi Sad, come abitualmente accade in uno dei principali teatri dello spaccio cittadino. Alla vista dei militari un gruppetto di giovani di colore si è infatti dato alla fuga in direzione di via Fontanelli, salvo poi imbattersi nella pattuglia dell'Esercito.

I militari di "Strade sicure" sono intervenuti prontamente, bloccando in via Cavour uno dei fuggitivi, per poi consegnarlo ai Carabinieri e agli agenti della Polizia Municipale che stavano eseguendo uno dei consueti controlli congiunti nel parco.

Il fuggitivo è risultato essere un 27enne del Gambia, in Italia come richiedente asilo e attualmente senza fissa dimora. Il motivo della fuga è stato presto spiegato: in un marsupio sotto la giacca e perfino nei calzini si trovavano numerose dosi di marijuana e di hashish, per un peso complessivo di 116 grammi.

Il giovane è stato tratto in arresto e sarà processato questa mattina con rito direttissimo.

L'operazione si aggiunge a quelle condotte con successo nelle scorse settimane sempre grazie all'Esercito, che sta assumendo un ruolo sempre più efficace - e una maggiore consapevolezza - nel controllo dei tre luoghi sensibili quali Piazza Grande, piazza Mazzini e uffici giudiziari di corso Canalgrande, ma soprattutto dei parchi cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge alla vista del cane antidroga, pusher inseguito e arrestato al Novi Sad

ModenaToday è in caricamento