Quattro chili di marijuana in auto e un etto di coca a casa, scatta l'arresto

Ennesimo colpo al traffico di droga gestito in città dagli immigrati nigeriani. Quattro giovani sono finiti in manette dopo idagini e appostamenti coordinati di Mobile e Municipale

Prosegue a spron battuto l'attività investigativa che da mesi ha messo al centro delle attenzioni della Polizia di Stato e della Municipale le attività illecite della comunità nigeriana modenese, ormai in posizione predominante nel traffico di sostanze stupefacenti. Affari illegali che si muovono sull'asse del cavalcavia Mazzoni, tra le vie intorno alla stazione ferroviaria e la zona di viale Gramsci, con il vicino parco XXII Aprile che resta teatro delle cessioni, seppur con una frequenza minore rispetto agli anni passati.

In questi primi mesi del 2019 i poliziotti e i vigili del "Nucleo problematiche del territorio" hanno messo a segno una decina di operazioni, l'ultima delle quali è andata in scena nella serata di giovedì scorso. Dopo un intenso lavoro fatto di apportamenti e pedinamenti in abiti "borghesi", gli agenti hanno deciso di bloccare un'auto a bordo della quale viaggiavano tre stranieri, che avevano appena lasciato la loro abitazione situata nella zona di viale Gramsci.

I sospetti sono stati confermati dalla perquisizione del veicolo, a bordo del quale sono stati trovati ben 4 chili di marijuana, destinati probabilmente ai piccoli spacciatori che operano in quell'area. Gli agenti si sono quindi spostati presso l'abitazione dalla quale gli stranieri erano partiti: qui hanno trovato un quarto inquilino che alla vista della polizia ha cercato di sbarazzarsi di un involucro con un etto e mezzo di cocaina, poi recuperato e sequestrato.

Sono così scattate le manette per i quattro nigeriani, di età compresa tra i 28 e i 34 anni. Alcuni di loro erano già noti alle forze dell'ordine per precedenti reati e altri sono invece in Italia in quanto richiedenti asilo. Dopo l'udienza di convalida dell'arresto avvenuta ieri mattina per i quattro si sono aperte le porte del carcere in attesa del processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Cena aziendale degenera, minaccia il collega armato di coltello e forchettone

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Scontro fatale con un'auto, muore un motociclista 55enne a Zocca

  • Si affrontano in strada per una donna "contesa", feriti e denunciati

Torna su
ModenaToday è in caricamento