Si presenta al Pronto Soccorso dopo una lite, ma porta con sè la cocaina. Arrestato

I Carabinieri hanno fermato un nordafricano che si era portato all'ospedale di Sassuolo dopo una lite con alcuni connazionali, durante la quale aveva ricevuto colpi all'addome

Questa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sassuolo, hanno arrestato un cittadino maghrebino, 36 enne, in Italia senza fissa dimora e non in regola con le norme del soggiorno. L'uomo si era presentato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Sassuolo lamentando dolori all’addome, conseguenti ad una lite che aveva avuto poco prima con alcuni suoi connazionali.

Le motivazioni riferite durante la visita hanno indotto i sanitari ad avvisare i Carabinieri di Sassuolo che sono immediatamente intervenuti per accertare meglio le dinamiche dei fatti. L'arrivo dei militari in uniforme ha innervosito il magrebino che ha cominciato ad avere un atteggiamento scostante. I Carabinieri hanno quindi perquisito i suoi abiti, rinvenendo nella tasca dei suoi pantaloni, due involucri di cocaina, dal peso di poco meno di 20 grammi.

Per questo motivo l’uomo, dopo essere stato dimesso dall’ospedale, il 36enne è stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e trattenuto nelle camere di sicurezza dei Carabinieri di Sassuolo, in attesa del rito direttissimo di domani mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento