Spaccio di shaboo in zona stazione, arrestato un richiedente asilo

Lo straniero aveva con sè alcuni grammi di sostanza quando è stato bloccato dalla Polizia, dopo alcuni servizi di pedimanento da parte della Squadra Mobile

Il 13 ottobre scorso, la Polizia di Stato di Modena ha tratto in arresto un cittadino nigeriano di 26 anni per il reato di detenzione ai fini di traffico di sostanza stupefacente. L'indagine condotta dalla Squadra Mobile aveva acceso i riflettori sulla condotta del giovane straniero, un richiedente asilo ospitato in un appartamento della città insieme ad altri tre giovani inseriti nello stesso percorso di accoglienza.

I sospetti si sono appunto concretizzati martedì, quando gli agenti hanno bloccato il nigeriano che dopo essere disceso dal cavalcavia Mazzoni in bicicletta stava imboccando corso Vittorio Emanuele II. 

Nel taschino del suo giubbotto sono stati rinvenuti due involucri di cellophane contenenti dei cristalli di colore bianco, che il controllo narcotest ha rivelato essere shaboo. La perquisizione domiciliare ha permesso di trovare altri 6 involucri contenenti la stessa sostanza, per un peso complessivo di 40 grammi, oltre a materiale per il confezionamento e a 9.300 euro suddivisi in banconote di vario taglio, evidente provento dell'attività criminale del richiedente asilo.

Il giovane è stato portato in carcere e ora anche il suo iter di accoglienza subirà uno stop.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche lo spaccio della metanfetamina in cristalli, nota come shaboo o crystal meth, è divenuto negli ultimi due o tre anni appannaggio della criminalità nigeriana, che a Modena controlla già i mercati delle altre sostanze. Dopo un lungo periodo in cui questa droga particolarmente pericolosa e additiva era stata monopolio della comunità filippina, altri si sono sostituiti agli immigrati asiatici nell'importazione e nella distribuzione. Questo ha anche causato un abbassamento dei prezzi sul mercato, con conseguente aumento dei rischi per gli assuntori, specie giovani e molto giovani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Covid, 49 positivi a Modena. Deceduto un 66enne di Vignola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nominati gli ambasciatori 2020 della Confraternita del Gnocco d'Oro

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento