rotate-mobile
Cronaca

Non accetta la separazione nonostante condanna e ordini di allontamento, ora è in carcere

Arrestato un uomo indagato per stalking nei confronti dell'ex moglie e dei figli ancora minorenni

Non si è rassegnato alla fine del matrimonio avvenuta nel 2019 e nel corso degli anni ha continuato a presentarsi davanti a casa dell'ex moglie e dei figli, appostandosi e talvolta cercando di forzare la serratura della loro abitazione ed intimando loro di aprirgli la porta. Non ottenendo risposta, in alcune occasioni si è nascosto all'interno dello stabile sorprendendo i parenti all'uscita dall'appartamento. In una occasione aveva anche lasciato un biglietto minaccioso sul parabrezza dell'auto dell'ex moglie, parcheggiata all'esterno del suo luogo di lavoro.

Una situazione insostenibile per la donna e per i figli. Dopo mesi di persecuzione lei ha deciso anche di licenziarsi dal lavoro, mentre i due figli ancora minorenni si sono visti costretti a modificare le abitudini per timore della loro incolumità e per lo stato di ansia nel quale vivevano.

Questa la vicenda che il 9 dicembre ha portato i Carabinieri della Compagnia di Sassuolo ad eseguire la misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Modena, su richiesta del Pubblico Ministero, nei confronti di un uomo gravemente indiziato del reato di stalking.

L'uomo, tra l'altro, era già stato condannato per maltrattamenti, rinviato a giudizio in un altro procedimento per atti persecutori nei confronti dell'ex moglie, decaduto dalla potestà genitoriale e colpito in due precedenti occasioni da provvedimenti di allontanamento emesso dal Tribunale di Modena. Questo evidentemente non era bastato a scoraggiarlo, tanto che dal mese di luglio scorso aveva intensificato la sua condotta molesta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non accetta la separazione nonostante condanna e ordini di allontamento, ora è in carcere

ModenaToday è in caricamento