La fine dei "pendolari del crimine", arrestato l'ultimo componente della banda dei rapinatori della Bassa

Arrestato in mattinata il pluripregiudicato di origine casertana che, assieme ai due complici arrestati lo scorso ottobre, aveva messo a segno le rapine a mano armata ai danni di un distributore di Medolla e dell'Eurospin di Cavezzo

Arrestato anche il terzo ed ultimo componente della banda dei "pendolari del crimine", protagonisti nel luglio scorso delle rapine a mano armata ai danni di esercenti della bassa modenese.

Luogo del primo reato era stato un distributore di benzina di Medolla, il cui proprietario aveva riportato traumi multipli dopo essere stato immobilizzato e colpito alla testa con il calcio di una pistola. La seconda rapina era stata messa a segno al supermercato Eurospin di Cavezzo, e anche in questo caso il colpo era stato caratterizzato da un'inaudita violenza: ad un dipendente era stata puntata una pistola in viso, all'altro un coltello alla gola.

In entrambi i casi, i criminali erano riusciti a scappare a bordo di un'auto rubata, il cui ritrovamento aveva permesso l'identificazione, nell'ottobre scorso, di due dei tre componenti. Riconoscendo la potenziale pericolosità dell'ultimo rapinatore della banda rimasto in libertà, le indagini sono continuate ad un ritmo serrato fino alla sua localizzazione, che ha condotto i Carabinieri della Compagnia di Carpi all'arresto avvenuto in mattinata.

L'uomo, un 54enne pluripregiudicato di origine casertana, è stato arrestato con l'accusa di rapina aggravata e continuata, lesioni personali gravi e ricettazione: la sua reclusione presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere pone una fine al terrore che era stato seminato tra gli esercenti della bassa modenese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • #ioapro, controlli e multe nei locali e nelle palestre. Sanzioni anche per i clienti

Torna su
ModenaToday è in caricamento