menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Criminalità nigeriana, in manette due giovani corrieri di cocaina

La Squadra Mobile di Modena, su segnalazione della Polizia Municipale, ha seguito e intercettato due stranieri. Sequestrati ovuli di cocaina e alcuni grammi di marijuana

Non si allenta la morsa delle forze dell'ordine modenesi intorno alla criminalità nigeriana. Dopo gli arresti che si sono susseguiti negli ultimi mesi, anche ieri la Squadra Mobile della Questura e il Nucleo Problematiche del Territorio della Municipale hanno unito le forze, pattugliando diverse aree della città con specifici obbiettivi: monitorare il traffico di stupefacenti. Intorno alle ore 12 sono stati proprio i vigili ad individuare un sospetto davanti alla stazione ferroviaria: il giovane di colore ha cercato di defilarsi dopo essersi accorto della presenza degli agenti in borghese, i quali però non lo hanno perso di vista.

Poco più tardi un'auto condotta da un altro straniero è arrivata in piazza Dante e il sospetto è salito a bordo. La Municipale ha seguito gli spostamenti del veicolo, che si è diretto verso via Emilia Est e ha proseguito in direzione della periferia. Nel frattempo i poliziotti della Mobile sono subentrati nel pedinamento della Peugeot grigia con a bordo i due stranieri, che sono stati poi fermati per un controllo all'altezza di ponte Sant'Ambrogio.

Gli agenti hanno trovato a bordo dell'auto uno zaino, in una cui tasca erano nascosti cinque ovuli di cocaina, per un peso complessivo di 58 grammi: si trattava di sostanza "pura", probabilmente appena arrivata dall'estero. I due uomini sono stati identificati un un 28enne nigeriano, colui che era stato individuato in stazione, e in un connazionale di 32 anni, un richiedente asilo domiciliato a Castelfranco Emilia. Nella stessa abitazione di quest'ultimo, perquisita dai poliziotti, sono stati trovati altri 30 grammi di marijuana e diverso denaro contante.

I due stranieri sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio e accompagnati in carcere in attesa di giudizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento