menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Almeno 24 furti in un anno, sgominata una banda di nomadi

Sono 18 gli indagati nell'operazione dei Carabinieri di Reggio Emilia, tutti residenti in aree emiliane. Sono accuasati di furti e spaccate dall'estate del 2019 alla primavera scorsa, compresi due colpi a Medolla e Castelnuovo Rangone

Sono in tutto 16 le misure cautelari eseguite stamattina dai Carabinieri di Reggio Emilia nei confronti dei membri di una banda specializzata in furti in negozi e supermercati, eseguiti sempre con la tecnica della "spaccata". Nell'operazione battezzata "Ariete", che vede nel complesso 18 indagati, 8 sono stati arrestati, 6 colpiti dall'obbligo di dimora nel Comune di residenza e due dall'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. La metà del sodalizio criminale era costituita da donne, che avevano tra i compiti principali quello di intestarsi fittiziamente le autovetture utilizzate per le scorribande furtive e fornire sostegno logistico alla banda.

Tutti gli indagati sono di origine sinti, fra i 55 e i 20 anni, residenti in campi nomadi di Reggio Emilia, Bagnolo, Novi di Modena e nel ferrarese. Alcuni di loro erano formalmente disoccupati e percepivano anche il reddito di cittadinanza.

I militari reggiani sono stati affiancati dai colleghi di Modena, Parma, del Reggimento Mobile Emilia Romagna e del 13esimo Nucleo Elicotteri di Forlì.

Decine i colpi messi a segno anche a benzinai e supermercati della provincia di Reggio per bottino complessivo di centinaia di migliaia di euro. Per aprire un varco la banda utilizzava auto come arieti, o tombini e mazze per mandare in frantumi porte o vetrine. Due colpi sono avvenuti anche in provincia di Modena, precisamente ai danni di un distributore di benzina a Medolla il 22 novembre 2019 - quando furono rubati oltre 12.600 euro - e ai danni di un bar di Castelnovo Rangone, quando il 21 gennaio scorso vennero rubati 680 euro.

Gli investigatori hanno attribuito alla banda 24 furti. Nelle scorse ore sono state eseguite diverse perquisizioni, che hanno portato anche al sequestro di merci di dubbia provenienza per un valore di circa 100mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento