Consorzio Il Mercato, scambio di accuse e caos all'assemblea degli ambulanti

Tiene banco la tormentata vicenda del Consorzio che gestisce i mercati cittadini, il cui presidente, Guido Sirri, è sotto accusa da tempo per alcune somme di denaro percepite durante il mandato. Dall'assemblea si esce con un nulla di fatto

Ieri presso la sede di CNA in via Malavolti si è tenuta un’Assemblea molto animata del consorzio “il  Mercato” con la partecipazione di oltre 70 ambulanti,  dei rappresentanti delle Associazioni di Categoria Confesercenti Confcommercio CNA.COM e Licom Lapam ed, in rappresentanza del Comune di Modena, dell’architetto Fabrizio Lugli. Un incontro molto atteso dopo le accuse e i malumori che hanno movimentato gli ultimi mesi di vita del Consorzio.

Il Presidente Sirri Guido - sotto torchio da più parti - ha esordito leggendo breve note dove denunciava di aver ricevuto accuse infamanti e calunniose senza  alcun supporto e alcuna prova. Sirri ha dichiarato di non aver posto mai alcun ostacolo a che i Consorziati potessero aver accesso ai controlli sull’Amministrazione del Consorzio e propone che i Consorziati nominano un loro rappresentante eventualmente  accompagnato da un Professionista di fiducia, che in un giorno stabilito possa controllare i libri sociali in presenza del Presidente o del Vicepresidente. Per il futuro, per evitare situazioni analoghe, ha poi proposto di istituire un collegio sindacale nominato dall’Assemblea a garanzia della trasparenza e del buon operato del Consiglio.

Nel dibattito molto acceso che è seguito sono stati contestati i presunti comportamenti irregolari di cui da tempo si parla: emolumenti corrisposti senza adeguate delibere e con modalità non corrette (emissioni di fatture anziché compensi). Sirri ha affermato che si era sempre fidato della Cescon Confesercenti, che gestiva la contabilità, ed è anch’egli desideroso di capire quali sono le irregolarità commesse per capire quali responsabilità sono in campo.

Al termine della discussione il Segretario Provinciale di Licom Lapam ha proposto  di nominare un Sindaco revisore contabile che, assieme ad esperti incaricati dalle Associazioni di Categoria, visionasse i libri sociali e la contabilità per poi riportare in Assemblea quanto emerso. La proposta è stata fatta propria dalla Presidenza che l’ha posta in votazione, senza però trovare il placet dei soci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si è scatenata ulteriore confusione per via delle molte deleghe presentate da alcuni ambulanti, ma dei 149 voti finali, ben 94 hanno bocciato la proposta del Sindaco revisore. Come cosenguenza, breve verrà convocata una nuova Assemblea nella quale verranno presentati documentazioni e verifiche contabili anche senza aver espletato l’iter procedurale che la Presidenza aveva messo ai voti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Test agli operatori sanitari, si parte la settimana prossima con i prelievi

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Ricette da riscoprire ora che sei a casa: 5 dolci modenesi

Torna su
ModenaToday è in caricamento