rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Centro storico

Criminalità in centro storico, l'allarme delle associazioni imprenditoriali

Le quattro associazioni dei commercianti: "Solidarietà all'esercente colpito, ma sale la preoccupazione tra i commercianti del cuore storico di Modena". Martedi prossimo un incontro con il Prefetto

“Molto grave”, in questo modo viene definito da Ascom Confcommercio, CNA, Confesercenti e Licom Lapam, quanto accaduto nottetempo in un noto negozio del centro storico di Modena in cui sono stati razziati abiti per diverse decine di migliaia di euro. “Un episodio allarmante: che da un lato abbassa notevolmente la soglia di percezione della sicurezza – evidenziano le Associazioni – e dall’altro fa lievitare in modo considerevole la preoccupazione tra i commercianti. All’operatore colpito la nostra solidarietà”.

Un grido di allarme ben giustificato, che ha convinto tutte le sigle rappresentative del commercio ad intervenire in modo unitario. Quello do Corso Canalchiaro è infatti un singolo episodio, ma furti e rapine ai danni di esercizi commerciali sono ormai all'ordine del giorno e le cronache se ne occupano ormai con cadenza quotidiana. E la situazione complessiva del centro cittadino denuncia anche numerosi episodi di furti e aggressioni personali.

“É con rammarico che ci accingiamo a commentare questo nuovo increscioso fatto – fanno sapere Ascom Confcommercio, CNA, Confesercenti e Licom Lapam - L’ennesimo purtroppo, dal quale emerge ancora una volta come il commercio rappresenti ad oggi il settore più esposto ad episodi la cui recrudescenza va via via aumentando. Riconosciamo lo sforzo profuso, in tema di prevenzione, da parte delle forze dell’ordine alle quali non possiamo che manifestare il nostro sostegno. Ma ribadiamo che fatti del genere oltre allo scalpore destano parecchia inquietudine. La sicurezza di cittadini ed imprese è da tutelare e garantire”.

“Considerato quindi che martedì 30 novembre prossimo incontreremo il Prefetto di Modena Michele Di Bari, per illustrare la grave situazione di degrado che continua ad interessare via Jugoslavia e dintorni, coglieremo anche l’occasione – concludono le sigle dei commercianti - per fare il punto a proposito della situazione che stanno attraversando gli operatori del commercio vittime ormai troppo di frequente di furti, rapine e assalti da parte di malviventi senza scrupoli”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità in centro storico, l'allarme delle associazioni imprenditoriali

ModenaToday è in caricamento