rotate-mobile
Cronaca

Bassa modenese, si accendono i nuovi autovelox sulle provinciali

Attivato l'impianto di Camposanto, mentre a Cavezzo saranno due, uno per senso di marcia

"Come preannunciato qualche tempo fa, sono a comunicare che l'autovelox fisso, autorizzato e regolare, sulla SP 2 Via Panaria Est altezza civici 57/59, progressività chilometrica 20,950, nella direzione Finale Emilia - Camposanto dove vige il limite di 90 km/h, entrerà in funzione dal prossimo lunedì 6 febbraio 2017".

Ad annunciarlo è Antonalla Baldini, sindaco di Camposanto, dopo il periodo di prova intercorso dall'istallazione del box. Il controllo riguarderà nello specifico le auto che procedono in direzione di Finale Emilia.

Nel frattempo un altro comune della Bassa si è attrezzato per il controllo elettronico della velocità. Si tratta di Cavezzo, già teatro di brutti incidenti nel passato recente. “Tutti i box per i velox  – spiega il sindaco Lisa Luppi – sono stati installati a seguito di una richiesta specifica dei residenti, a parte quest’ultimo per motivi purtroppo evidenti. Chi rispetta il limite di velocità e le regole del codice della strada non è un pericolo per gli altri e non prende nessuna multa”.

I due nuovi velox sono stati posizionati lungo via Santa Liberata (SP468), l'arteria che collega Cavezzo a San Giacomo Roncole e che viene utilizzata dagli automobilisti locali come alternatica alla trafficata Statale del Caneletto. Gli apparecchi copriranno le due direzioni di marcia e le multe saranno recapitate a chi supererà i 50 km/h, come prevede il tratto urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassa modenese, si accendono i nuovi autovelox sulle provinciali

ModenaToday è in caricamento