rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Finale Emilia

Finale Emilia, nuovo atto vandalico contro il sindaco Ferioli

L'automobile del primo cittadino viene presa di mira: rotto il parabrezza a martellate. Per tutti il gesto appare come chiaro atto intimidatorio. Solidarietà dal mondo politico locale

Nell'ottobre del 2011 in città erano comparse scritte ingiuriose contro di lui e un incendio aveva distrutto un container del centro sportivo; nell'agosto del 2012 ignoti avevano rigato la carrozzeria della sua automobile privata. Per la terza volta Fernando Ferioli, sindaco di Finale Emilia, torna ad essere il bersaglio di atti vandalici di chiaro stampo intimidatorio. Anche questa volta è stata l'autovettura del primo cittadino ad essere presa di mira: come riferisce il sito FinaleNews24, il parabrezza della macchina è stato preso a martellate durante la scorsa notte, mentre il mezzo era parcheggiato sotto casa dello stesso Ferioli.

Fernando Ferioli non ha ancora rilasciato dichiarazioni, ma in sua difesa sono già intervenuti altri esponenti della politica locale, a cominciare dalla segretaria del Pd modenese Lucia Bursi. “Voglio, innanzitutto, esprimere, a nome mio e dell’intero partito modenese, solidarietà e totale sostegno al sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli, vittima di un nuovo atto intimidatorio – scrive la Bursi - Ferma condanna per un atto vile: io sto dalla parte dei sindaci e in particolare di quegli amministratori che, in questo anno e mezzo, hanno dovuto e saputo affrontare l’emergenza terremoto prima e la lunga fase della ricostruzione adesso”.

Venuto a conoscenza dell’episodio di intimidazione anche il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani ha voluto esprimere la propria “solidarietà al primo cittadino, unita alla preoccupazione e a una ferma condanna per il grave gesto contro il rappresentante di un’amministrazione impegnata sui difficili temi della ricostruzione post-sisma”. Anche il consigliere regionale Mauro Manfredini (Lega Nord) non ha definito a definire il gesto “vile e codardo”, unendosi alla solidarietà.

Anche Rifondazione Comunista di Finale Emilia esprime la propria solidarietà al Sindaco di Ferioli: “É un gesto vigliacco e inaccettabile su cui si deve fare luce. Le minacce non fermeranno la vita democratica di Finale Emilia”. Sostegno arriva anche da Fratelli d'Italia: "Gesti sconsiderati come quelli che si sono verificati ai suoi danni vanno fortemente condannati e ci auguriamo che le indagini possano individuare al più presto i responsabili e consegnarli alla giustizia - scrive Roberto Ricco - A Ferioli e alle forze politiche finalesi rivolgiamo l'invito a mantenere alta la guardia sulla strada della legalità e non farsi scoraggiare dalle intimidazioni”. La Cgil Area Nord condanna l'atto intimidatorio e invita tutta l'Amministrazione comunale a “continuare nel lavoro difficile e complesso della ricostruzione post-sisma che sarà da fare nei prossimi mesi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finale Emilia, nuovo atto vandalico contro il sindaco Ferioli

ModenaToday è in caricamento