rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Polo Leonardo / Via Galileo Galilei

Parrucca e kit elettronico per l'esame della Patente: denunciato

Una volta attivata l'assistenza vocale del pc per il test, la radio applicata addosso al candidato era capace di trasmettere all'esterno i quesiti per ricevere le risposte in tempo reale

Una trovata degna di James Bond o del cartone animato Lupin III: nascondere un marchingegno elettronico sotto a una parrucca per trasmettere, ovviamente in tempo reale, le domande di un quiz della partente a suggeritore esterno per ricevere le risposte.

Questo quanto scoperto oggi, mercoledì 21 novembre, dalla Polizia Stradale durante una prova di esame alla Motorizzazione Civile: denunciato per truffa aggravata un cinese 44enne. In corso indagini e ricerche per trovare il complice. Il cinese, in regola e incensurato, aveva impostato il servizio di assistenza audio nel computer utilizzato per il test, praticamente una voce che legge i quesiti. Questa veniva captata e trasmessa via bluetooth da un cellulare che l'uomo aveva addosso al complice, il quale gli rispondeva in diretta. Il telefono, dal quale erano partite alcune chiamate tutte allo stesso numero, è stato sequestrato, così come 2.800 euro che aveva con sé. Portato negli uffici della Polstrada, il 44enne ha ammesso che i soldi erano il prezzo che avrebbe pagato a un connazionale che gli aveva installato il kit elettronico, una volta superato l'esame.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parrucca e kit elettronico per l'esame della Patente: denunciato

ModenaToday è in caricamento