rotate-mobile
Cronaca San Felice sul Panaro

Babbi in bici, lo spirito natalizio arriva pedalando nella Bassa modenese

Babbi Natale, Renne e Angeli, ma anche Pecorelle e, addirittura un risciò con tutto il Presepe: sono stati oltre 70 i ciclisti vestiti a ‘tema natalizio’ che si sono dati appuntamento domenica 20 dicembre a San Felice s/P per partecipare alla terza edizione di BABBINBICI, la pedalata di beneficenza organizzata da Bikers per l’Emilia, Fuori Bordo e Alessi Bici.

Ritrovo di prima mattina presso Alessi Bici e poi via con le renne che pedalavano in tandem trainando la slitta di Babbo Natale carica di piccoli giocattoli da distribuire ai bambini che li aspettavano nei comuni della Bassa Modenese.

Prima tappa a Medolla, all’uscita della Santa Messa dedicata ai ragazzi, dove in tantissimi hanno accolto i Bikers con enorme entusiasmo, grandi sorrisi e alcune simpatiche richieste di grandi e piccini. Successivamente il colorato serpentone di ciclisti si è spostato nella zona della’Ipercoop della Mirandola per un passaggio a salutare le famiglie impegnate a fare acquisti. E da qui verso Piazza Costituente e il secondo stop, presso il centro ‘Il Borgo’, in viale Gramsci, dove i negozianti e i titolari di Caffè del Teatro avevano preparato una calda accoglienza per gli ‘annebbiati’ bikers.
E da Mirandola via per l’ultima tappa, con il tandem di Babbo Natale in testa e il risciò del Presepe che chiude il serpentone, per un totale di una 30ina di km pedalati, fino al centro commerciale ‘Ricommerciamo’ di San Felice s/P, anche qua i ragazzi all’uscita dalla Chiesa a fianco al centro, hanno incontrato i Babbi e ricevuto qualche piccolo giocattolo in dono.

Al termine della pedalata i BABBINBICI hanno fatto ritorno presso la sede di Alessi Bici, dove Alessandro Alessi, il titolare del negozio, ha offerto loro un pranzo ristoratore a base di prodotti tipici emiliani. Bicicletta come sinonimo di solidarietà e di impegno sociale: è questo il tema dominante degli eventi realizzati dai Bikers per l’Emilia, i ciclisti modenesi già impegnati in numerose iniziative di solidarietà come il Mirandola – l’Aquila in mountain bike per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto. 

Grazie al pranzo e alle donazioni, alla lotteria e alle donazioni dei partecipanti sono stati raccolti quasi 1.000 euro che verranno donati a sostegno del progetto " ARREDIAMO LA CASA DI FAUSTA" dell'associazione ASEOP Onlus .Il progetto consiste nella realizzazione di una moderna struttura che sorgerà nei pressi del Policlinico, in via Campi, destinata ad accogliere i piccoli ricoverati in Oncoematologia pediatrica e i loro familiari. La nuova “Casa di Fausta”, che prende il nome dalla compianta professoressa Fausta Massolo, avrà 15 appartamenti con biblioteca, spazio ludico interno, giardino, palestra per la riabilitazione, uffici e magazzino, i ragazzi di Fuori Bordo si stanno impegnando per raccogliere fondi e arrivare a donare il necessario per arredare uno dei 15 moduli abitativi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Babbi in bici, lo spirito natalizio arriva pedalando nella Bassa modenese

ModenaToday è in caricamento