rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Ponte Alto / Strada Ponte Alto

Rapinavano ragazze in discoteca, banda sgominata dalla Polizia

Denunciati a piede libero i componenti di una gang di giovani modenesi che, guidati da un 24enne, erano soliti inseguire, aggredire e rapinare giovani donne all'uscita dai locali notturni della nostra provincia

È stata finalmente sgominata dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato la banda formata da giovani modenesi che lo scorso inverno ha seminato il panico nelle strade della nostra provincia inseguendo, aggredendo e rapinando giovani donne, spesso all'uscita da noti locali notturni. Gli operatori della Questura hanno denunciato a piede libero tre modenesi, di cui uno minorenne, con l’accusa di rapina, furto ed incendio in concorso tra loro: M. M., 19 anni, D.M.O., 24, e A.H., minorenne, si sono resi responsabili dei reati contestati in concorso con F.G., 24enne, già denunciato in stato di libertà il primo marzo scorso, vero capobranco vista la lunga la lista di fatti a lui contestati.

Nella notte tra il 2 ed il 3 gennaio scorsi, F. G. ha tranciato la lamiera della porta basculante di un garage di pertinenza di una villa di Campogalliano per impossessarsi di una Mercedes Clk.  Il 13 gennaio,  a bordo di una Fiat Panda, anch’essa rubata, sempre F.G. si è recato a l parcheggio della discoteca “La Crepa” (località “Tre Olmi”) , individuando due ragazze, intimando loro di cedergli  le borse utilizzando una pistola giocattolo priva del tappo rosso di sicurezza. Allontanandosi, il giovane ha anche esploso un colpo di pistola in aria. La Panda utilizzata è stata poi rinvenuta a Castelvetro di Modena alla fine di gennaio, completamente distrutta dalle fiamme.

Il 23 gennaio, poi, ancora F. G. ha individuato in città altre due potenziali vittime che, a bordo di una Volkswagen Polo, si stavano dirigendo verso Carpi: una volta giunte a destinazione, in via Po, il malvivente ha bloccato una delle due ragazze intimandole di consegnargli la propria borsa. All'iniziale rifiuto da parte della giovane, quest’ultima è stata colpita con un pugno all’occhio sinistro, con conseguente frattura dello zigomo. Dopo la rapina, esattamente come nel precedente episodio, il giovane ha esploso un altro colpo di pistola (sempre giocattolo) in aria.

Verso la fine di gennaio, all’interno del parcheggio di un altro locale notturno, una donna, a bordo di un’altra Mercedes, si è vista derubata della propria borsa. Il 28 gennaio, sempre l'indefesso F.G. si mette sulle tracce di un’auto, alla cui guida vi era sempre una donna, fino a Reggio Emilia. Qui, intima alla malcapitata di abbandonare il mezzo, consentendogli di allontanarsi indisturbato. Anche in questo caso, il 24enne ha rapinato la straniera della propria borsa. La vettura, è stata recuperata successivamente in stradello Panaro a Modena, era stata data alle fiamme. Nei giorni successivi, infine, è stata individuata dal soggetto l’ennesima auto (un’altra Volkswagen Polo) con all’interno altre due giovani. Seguite fino a Sassuolo, all’atto di scendere dall'auto, si è impossessato della borsa di una delle due, allontanandosi, poi, velocemente. Intercettato da un equipaggio della Squadra Volante, F.G. ha, altresì, provocato un sinistro stradale e, prima dell’arrivo degli agenti, ha abbandonato il mezzo dandosi alla fuga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinavano ragazze in discoteca, banda sgominata dalla Polizia

ModenaToday è in caricamento