rotate-mobile
Cronaca Sacca / Via Alessandro La Marmora

Immigrazione, Cie: sabato 30 giugno lavoratori in sciopero

Con il nuovo appalto per la gestione del Cie di Modena a rischio 40 posti di lavoro. I sindacati: “Se non arriveranno risposte confortanti, la mobilitazione continuerà anche oltre il 30 giugno”

Come abbiamo riferito nei giorni precedenti, la nuova gestione della società L’Oasi di Siracusa, che subentrerà alla Misericordia nell’amministrazione del Cie di Modena, ha previsto un taglio del 60% delle risorse disponibili, inoltre, per il momento, non ha dato nessuna assicurazione in merito al mantenimento in servizio del personale attualmente impiegato.

I 40 lavoratori si trovano in un limbo, in cui nessuno dei soggetti coinvolti sembra dare rispose convincenti: L’Oasi per prima non ha dato per ora nessuna comunicazione in merito alla questione, anche se la sua gestione dovrebbe iniziare a brevissimo. Le rappresentanze sindacali FP-Filcams-Nidil Cgil e la FP/Cisl denunciano l’insostenibile situazione e proclamano uno sciopero di tutto il personale il prossimo 30 giugno, inoltre aggiungono altre perplessità a quelle già espresse, in particolare riguardo al Contratto Collettivo Nazionale: “Il capitolato offre vaghe garanzie di applicazione del Contratto sottoscritto con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative. Aggiungiamo che nessun contratto di settore ha un costo del lavoro che riesce a essere compatibile con la retta di 30 euro giornaliere per ospite, a meno che non si verifichino alternativamente due condizioni: la prima è che l'Azienda lavori in perdita; l'altra è che i lavoratori vengano costretti a svolgere ritmi di lavoro massacranti”.

I sindacati si chiedono come mai lo stato abbia accettato un appalto a condizioni così svantaggiose per i lavoratori coinvolti, e chiedono a gran voce che il subentro venga momentaneamente sospeso: è necessario un confronto urgente con le istituzioni locali, anche per chiarire come mai i soggetti coinvolti si stanno disinteressando del destino di questi 40 dipendenti. Lunedì 25 durante l’assemblea dei lavoratori saranno definite con precisione le iniziative da organizzare per lo sciopero di sabato 30 giugno: l’astensione dal lavoro per i dipendenti del Cie sarà soltanto la prima di una lunga serie, se le parti coinvolte non esprimeranno qualche rassicurazione in merito alla tutela del posto di lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione, Cie: sabato 30 giugno lavoratori in sciopero

ModenaToday è in caricamento