Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Rientra a casa ubriaco e picchia la moglie, barista finisce in carcere

E' accaduto a Massa finalese, dove un nordafricano di 54 anni è stato bloccato dai Carabinieri, dopo che la moglie 27enne ha chiesto aiuto. Per lei 15 giorni di prognosi

I Carabinieri della Bassa hanno avuto a che fare nei giorni scorsi con un nuovo caso di violenza domestica ai danni di una donna, una 27enne di origine nordafricana. La giovane è stata presa di mira dal marito, rientrato a casa ubriaco lo scorso sabato: l'uomo si è accanito contro la moglie sia in modo verbale che fisico, tanto che lei è scappata di casa per sottrarsi ad ulteriori maltrattamenti. Nonostante tutto la donna ha tentato di rientrare presso l'abitazione di Massa Finalese - i due gestiscono un bar in paese - sperando di trovare il marito in condizioni di sobrietà, cosa che purtroppo non si è verificata.

Il 54enne magrebino ha iniziato nuovamente a bersagliare la compagna, percuotendola e minacciando di tagliarle la gola con un coccio di vetro. A quel punto, nonostante i colpi subiti, la 27enne è nuovamente fuggita e questa volta ha chiesto in prima persona l'intervento dei Carabinieri.

I militari di Finale Emilia hanno quindi raggiunto l'abitazione dei due e bloccato l'uomo, che è stato tratto in arresto e portato in carcere in attesa delle decisioni dell'Autorità Giudiziaria. La donna è stata medicata al Pronto Soccorso e dimessa con due settimane di prognosi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rientra a casa ubriaco e picchia la moglie, barista finisce in carcere

ModenaToday è in caricamento