Beppe Grillo: processo a Modena per il proprietario del dominio del blog

Emanuele Bottaro, proprietario del dominio beppegrillo.it, a processo a Modena con l'accusa di diffamazione a mezzo internet. A difenderlo il cugino dell'ormai ex comico, l'avvocato Enrico Grillo

Beppe Grillo

Beppegrillo.it, il blog più celebre d’Italia, la cassa di risonanza di un movimento di rivoluzione sociale e politica che fa capo al fu-conduttore di Fantastico, e fu-testimonial di una nota marca di yogurt: chi non l’ha mai sentito nominare? Volenti o nolenti, supporter o detrattori, il sito è stato sulla bocca di tutti gli italiani, dato che spesso e volentieri gli strali che il guru italiano dell’antipolitica lancia a destra e a manca partono proprio dal web. Ma fino a qui, che problema c’è? Grillo spara a zero in modo abbastanza democratico, e si assume la completa responsabilità delle sue parole. Lodevole, ma non del tutto vero: in parte perché i credits del sito sono di una società chiamata Casaleggio Associati, che ha già ricevuto le poco lusinghiere attenzioni del world wide web, in parte perché il sito è intestato al fantomatico signor Emanuele Bottaro, residente a Modena, almeno stando a whois.net.

CITAZIONE IN TRIBUNALE - Suvvia, si potrebbe obiettare, è un’ingiustificabile leggerezza prendere per vero tutto quello che si trova nel calderone di internet. Invece, pare proprio che le cose stiano così, per due ragioni. Primo, il signor Bottaro è stato querelato con l’accusa di “diffamazione a mezzo internet”; secondo, il misterioso modenese è difeso dall’avvocato del foro di Genova Enrico Grillo, legale e cugino del più celebre Giuseppe, presente insieme a lui anche nel recente processo che ha visto coinvolto l’ex comico insieme ai No Tav. Il collegamento tra Bottaro e i Grillo (Enrico e Beppe) è senza dubbio interessante: perciò, per approfondire la questione, abbiamo contattato più volte l'avv. Grillo (la prima volta il 26 giugno scorso), e gli abbiamo posto una lista di domande, in realtà poche, e neanche tanto inquisitorie, da sottoporre al suo cliente per cercare di fare un po’ di luce sulla questione.

1. Qual è l’articolo oggetto del contendere? Visto che abbiamo ragione di pensare che sia stato pubblicato sul sito beppegrillo.it, formalmente di Grillo ma intestato a Bottaro, automaticamente responsabile per ciò che viene detto su una piattaforma a suo nome.

2. Sarebbe possibile visionarlo, dal momento che sarà certamente stato di dominio pubblico prima del procedimento in corso?

3. Come mai il signor Bottaro è intestatario del dominio di un sito che procura questo tipo di problemi, diventando così responsabile per parole che, stando a quanto si legge sul sito, non è certamente lui a scrivere?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ora, se da Genova e dall’avvocato Grillo tutto tace, a Modena qualcosa si muove: il giudice Teresa Magno infatti ha rinviato l’udienza di Bottaro alle ore 12 del prossimo 9 novembre per fare in modo che le parti giungano a un accordo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

  • Vento forte, caduti diversi alberi. Danni in tutta la provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento