Cronaca

Enti e università europee a Concordia per studiare la ricostruzione post-sisma

Nella Bassa ospiti da diversi paesi nell'abito del progetto Bhenefit

Si è tenuto questa mattina a Concordia il meeting sugli strumenti di gestione sostenibile delle aree urbane storiche tenuto dal progetto BhENEFIT nell’ambito del programma europeo INTERREG Central Europe. La ricostruzione di Concordia è stata individuata come “best practice” da studiare, e così una quarantina di persone in rappresentanza di enti e università di Italia, Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Solvenia e Ungheria si sono ritrovate a Concordia per un momento di approfondimento e studio nella sala conferenze del Municipio e una visita nel centro storico.

L’assessore alla ricostruzione Sauro Secchi e la responsabile dell’area gestione del territorio Elisabetta Dotti hanno illustrato ai partecipanti al meeting l’impatto del sisma sul centro storico e gli edifici pubblici e il percorso che ha guidato la ricostruzione di Concordia. Al termine del lavoro in sala è stato fatto un sopralluogo in centro storico affinchè gli ospiti potessero verificare direttamete quanto raccontato verbalmente. 
Tutta l’attività, sia in sala che all’aperto, è stata videoripresa ed entrerà a far parte di un documentario che sarà pubblicato sul sito ufficiale del progetto europeo BhENEFIT in cui l’esperienza di Concordia rientra nell’ambito delle spazio riservato alle buone pratiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enti e università europee a Concordia per studiare la ricostruzione post-sisma

ModenaToday è in caricamento