Modena Park, 181 biglietti falsi sequestrati dalla Finanza

Le Fiamme Gialle hanno svolto un servizio molto importante in occasione del megaeventodi sabato scorso. Oltre alla lotta al bagarinaggio, sono stati sequestrati gadget contraffatti e controllate migliaia di persone con l'aiuto dell'unità cinofila

A rinforzare le fila delle forze dell'ordine a Modena Park c'era anche la Guardia di Finanza, che ha svolto un ruolo duplice. Oltre ad assicurare il concorso al mantenimento dell’Ordine e della Sicurezza pubblica attraverso l’impiego dei “baschi verdi” non solo modenesi ma provenienti anche da altre Provincie dell’Emilia Romagna e del Veneto, le Fiamme Gialle hanno predisposto uno specifico piano di intervento contro l'abusivismo, il bagarinaggio e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella tre giorni dedicata alla kermesse musicale sono state impiegate complessivamente 40 pattuglie che hanno assicurato la funzionalità del dispositivo nell’arco delle 24 ore. E i risultati si sono visti. Sono infatti stati sequestrati circa 900 capi contraffatti tra magliette, bandane, fascette e cappellini: tutto merchandising di Vasco non autorizzato e venduto all'esterno dell'area del parco.

Ma la battaglia più importante è stata consotta contro i falsari. Sono stati ben 181 i biglietti falsificati individuati ai varchi di accesso. A tal riguardo è risultata particolarmente proficua la collaborazione in essere con la S.I.A.E. – Direzione Regionale per l’Emilia Romagna, che ha assicurato la disponibilità delle sue competenze e dei mezzi tecnici per certificare quali tra i titoli di accesso controllati risultassero falsificati e quali no

Non solo. Le Fiamme Gialle hanno intercettato e sequestrato anche 17 biglietti originali venduti da soggetti non autorizzati - i cosiddetti bagarini-  a prezzi maggiorati, fino al 400% in più rispetto a quello nominale.

Inoltre, al fine di contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti sono stati effettuati numerosi servizi attraverso l’impiego di 8 unità cinofile provenienti dall’intero territorio Regionale, volti non solo la repressione dei singoli episodi riscontrati, ma soprattutto un dispositivo di prevenzione con effetto deterrente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento