rotate-mobile
Cronaca

Esistono ancora le mezze stagioni, bilancio meteo dell'aprile modense

Il mese di aprile 2015 segnala per l'Osservatorio Geofisico il ritorno alle "mezze stagioni". A Modena la temperatura media è stata in città di 15.3°C, superiore al dato della periferia, dove al Campus del DIEF è stata invece di 13.8°C. Dalla prossima settimana tempo più stabile e temperature in rialzo

“Le mezze stagioni esistono ancora!” Questa la considerazione finale ricavata dagli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – DIEF di Unimore – Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, che ha rielaborato i principali parametri meteo relativi all’andamento del mese di aprile 2015 per quanto riguarda Modena e Reggio Emilia. 

Il mese infatti si è concluso presso la stazione storica posta sul torrione orientale del Palazzo Ducale di Modena, in centro città, con una temperatura media di 15.3°C e 60.6 mm di pioggia. “Sono valori – conferma il meteorologo Luca Lombroso - sostanzialmente in linea con le aspettative meteoclimatiche, o quanto meno con quelle della “nuova normalità” che ormai stiamo vivendo”. Entrando nel dettaglio, la temperatura media del mese, lontana dai record dei periodo, evidenzia un aprile piuttosto mite rispetto al passato, di quasi 2°C sopra la media di riferimento del trentennio climatologico 1981-2010 (13.4°C), tanto da risultare comunque il 7° più caldo dal 1860 a oggi. 

“Aprile – continua nella sua analisi Luca Lombroso - ha presentato, come tipico del periodo, notevoli sbalzi termici, raggiungendo i 25.2°C il giorno 16 e scendendo a +4.9°C il giorno 7. Lontani, in entrambi i casi, i record storici. Ma è da notare come i 25°C ad aprile si raggiungevano mediamente una volta al decennio fino al 2000, mentre nell’ultimo decennio è avvenuto  quasi tutti gli anni”.
 
Le piogge, con i citati 60.6 mm, sono sostanzialmente quelle tipiche della stagione, che nel periodo 1981-2010 vede per aprile una piovosità media di 66.0 mm. Senza eccessi il giorno più piovoso, il giorno 4 con 15.8 mm. Complessivamente sono stati 11 i giorni con pioggia misurabile. “Un giorno su 3 dunque – continua Luca Lombroso - che può sembrare tanto, tuttavia anche questo è tipico del mese e conferma il detto ”.
 
Nel mese di aprile 2015 spicca la ventosità, tipica delle primavere. In particolare il giorno 18 l’anemometro dell’Osservatorio Geofisico universitario di Modena ha registrato una velocità massima di 72 km/h, ma anche il giorno 5 (Pasqua) il vento è stato “gagliardo” con 62 km/h. Nonostante le frequenti piogge e la variabilità è stato, infine, un aprile piuttosto soleggiato rispetto alla climatologia, con 229.7 ore di sole, pari al 57% del soleggiamento astronomico disponibile, superiore alle aspettative medie di aprile che sarebbero di circa 200 ore di sole. 

PREVISIONI - Oggi giovedì 7, l’ingresso di masse d’aria relativamente più fresche ha avuto il pregio di spazzare via le inconsuete nebbie dei giorni scorsi, e di restituire il cielo alla sua limpidezza. “I prossimi giorni – anticipa Luca Lombroso - proseguiranno in maniera sereno-variabili, con temperature gradevoli, da classica ritrovata mezza stagione. Prevarrà spesso il sole, anche nel fine settimana, ma nei pomeriggi il riscaldamento diurno favorirà la formazione dei classici cumuli e non è escluso, occasionalmente e localmente, che evolvano fino a causare qualche breve rovescio. Saranno tuttavia episodi locali e passeggeri”. 

La prossima settimana dovrebbe farsi largo l’anticiclone delle Azzorre, portando tempo più stabile e temperature in rialzo. “Estate? Presto per parlarne e maggio quanto a clima – conclude Luca Lombroso - non è un mese estivo. Sfruttiamo la ritrovata mezza stagione che consente di spegnere gli impianti di riscaldamento, senza richiedere il ricorso al condizionamento interno”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esistono ancora le mezze stagioni, bilancio meteo dell'aprile modense

ModenaToday è in caricamento