Fumo sospetto nello stabile in disuso, scoperto un bivacco in zona Tempio

Alcuni stranieri sono stati identificati dalla Municipale all'interno di un edificio di viale Mazzoni da cui fuoriusciva fumo. All'interno giacigli e un braciere per il riscaldamento

Questa mattina intorno alle ore 11 la Polizia Municipale di Modena è intervenuta insieme ai Vigili del Fuoco e al 118 presso uno stabile in stato di abbandono in viale Mazzoni. Si tratta dell'edificio situato tra il cavalcavia e via Munari, che fino a qualche tempo fa ospitava la sala per le assemblee di una chiesa cristiana africana e che oggi è di fatto in disuso, ad eslcusione dei locali dove trova spazio l'Associazione islamica di cultura turca. I residenti avevano segnalato la presenza di fumo che fuoriusciva dall'edificio, facendo presagire un principio di incendio.

Gli agenti sono intervenuti insieme al curatore fallimentare che attualmente gestisce l'immobile e hanno appurato che all'interno del salone si trovavano in effetti alcuni occupanti, i quali avevano allestito un alloggio di fortuna, disponendo materassi e brande. Per terra rifiuti e ei segni di un bivacco che evidentemente durava da qualche tempo. L'origine del fumo è stata individuata in un braciere che era stato posizionato accanto ai letti per riscaldare l'ambiente.

Dopo che i sanitari del 118 chiamati dalla Polizia locale hanno accertato il buono stato di salute, le tre persone sono state identificate e allontanate dall’edificio. Si tratta di due uomini, un 27enne e un 44enne, sprovvisti di documenti, che sono stati denunciati per inosservanza delle norme per stranieri, e di una donna italiana di 30 anni non residente in città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Verranno denunciati a seguito della querela da parte del curatore fallimentare il quale ha già provveduto alla chiusura degli accessi allo stabile che non presentavano segni di infrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

  • Boom di casi positivi oggi a Modena: 293 in più. Tre i decessi

  • Contagi, altri 283 casi in provincia di Modena. Tre donne decedute

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento