rotate-mobile
Cronaca

Anomalia nell'alta tensione, blackout di mezzora in città

Risolta in venti minuti un'anomalia sulla rete di alta tensione, non gestita da Hera, a monte della cabina primaria Modena Nord, che ha provocato l'interruzione del servizio. Semafori spenti, pattuglie e venti agenti di PM impegnati a regolare il traffico agli incroci

Un’anomalia sulla rete di alta tensione, non gestita da Hera, a monte della cabina primaria di Modena Nord ha creato un blackout in diverse zone della città. Il guasto alla rete, che ha determinato un’interruzione del servizio dalle 7,35 alle 7,55 circa, ha interessato alcune frazioni di Modena (Albareto, Villanova, San Pancrazio, Tre Olmi, Ganaceto e Lesignana, Ponte Alto) e una parte di alcune zone cittadine (Madonnina, Crocetta e Centro Storico). Coinvolto anche l'inceneritore di via Cavazza, che ha attivato la procedura di emergenza, liberando alte colonne di vapore acqueo, senza rischi per la salute.

Il servizio è stato quindi ripristinato dal gestore della rete, senza che si sia determinato alcun impatto a danno dell’ambiente. I tecnici di Hera hanno così potuto verificare la funzionalità della cabina primaria e delle linee elettriche ad essa sottese, mentre i tecnici di Hera Luce hanno verificato la ripresa della funzionalità degli impianti semaforici che regolano il traffico negli incroci della zona interessata dal disservizio.

Il blackout ha riguardato anche i semafori, in un momento critico per il traffico mattutino. Dieci pattuglie di Polizia municipale, quindi una ventina di operatori, si sono mobilitati per controllare e dirigere il traffico in una decina di incroci dove i semafori avevano smesso di funzionare. Dal comando di via Galilei, avvertito del problema, sono state subito mobilitate le pattuglie. Si sono verificati rallentamenti, ma non sono stati segnalati incidenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anomalia nell'alta tensione, blackout di mezzora in città

ModenaToday è in caricamento