menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Giardini, insegue un ladro e lo blocca fratturandosi un polso

Un cittadino egiziano è riuscito a fermare un malvivente che aveva colpito in un cantiere edile e a consegnarlo alla Polizia. Per lui 30 giorni di prognosi

Ieri mattina - intorno alle 11 - un cittadino egiziano che si trovava in via Notari per svolgere il suo lavoro da muratore si è accorto dell'intrusione di un estraneo all'interno del cantiere edile: un altro nordafricano si era infatti introdotto in un prefabbricato in uso agli operai ed aveva appena rubato un portafogli e un telefono. L'egiziano non ha avuto esitazioni ed ha cercato in tutti i modi di bloccare il ladro.

Ne è nato un inseguimento che si è protratto per alcune decine di metri fino in via Giardini, dove il malvivente è stato raggiunto e "placcato" dal suo inseguitore, un 49enne regolare: i due sono finiti a terra e l'egiziano è riuscito a bloccare con il suo peso il criminale.

Questa coraggiosa azione non è stata però indolore, dal momento che nella caduta l'uomo si è procurato la rottura del polso, poi medicato al Pronto Soccorso (prognosi di 30 giorni). Il dolore non ha impedito all'egiziano di trattenere il ladro fino all'arrivo della pattuglia della Volante più vicina in zona, dopo che era stata segnalata da alcuni testimoni la lite "animata" fra i due.

Gli agenti hanno così preso in consegna il nordafricano, identificato in un 41enne originario della Tunisia. L'uomo era ben conosciuto alle forze dell'ordine italiane per un passato burrascoso, culminato in diverse condanne penali. Il permesso di soggiorno gli era stato revocato addirittura nel 2009 e due anni fa era stato nuovamente rintracciato sul territorio ed espulso per ordine del Questore di Ancona.

L'uomo è quindi stato arrestato per immigrazione clandestina e denunciato per il furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento