Blocchi di SI Cobas ai cancelli della Emiliana Serbatoi, 8 persone portate in Questura

Fermati il coordinatore provinciale e il delagato sindacale della sigla autonoma, insieme ad altri che hanno protestato di fronte alla ditta di Campogalliano. Intervenuta la Polizia con il reparto mobile

Questa mattina intorno alle 9.30 è nata una protesta alla Emiliana Serbatoi, azienda con sede nell'area produttiva di Campogalliano. Alcuni lavoratori aderenti a SI Cobas hanno manifestato, sia per questioni contrattuali che per motivi legati alle misure di sicurezza anticontagio. Analoghe proteste si sono avute poco prima al vicino magazzino della Transmec e in altre realtà modenesi dove il sindacato autonomo è presente.

Una decina di manifestanti ha messo in atto un tentativo di blocco ai cancelli dell'azienda, constringendo le forze dell'ordine ad intervenire. La Questura ha inviato sul posto sia le Volanti che i reparti antisommossa, circa una ventina di agenti. 

Il bilancio è di 8 persone fermate, tra cui anche il coordinatore provinciale SI Cobas, Enrico Semprini, ed il delegato dell'azienda. I manifestanti - intorno alle ore 13 - sono stati accompagnati in Questura e al temine degli accertamenti saranno denunciati per violenza privata e manifestazione non autorizzata, oltre ovviamente alla violazione del decreto anticontagio che vieta gli assembramenti.

Con una nota, Emiliana Serbatoi ha voluto chiarire che le motivazioni "non sono state in nessun modo correlate alle misure di sicurezza adottate dall’azienda per tutelare la salute dei propri lavoratori. Le ragioni della protesta sono invece legate a questioni contrattuali e si riferiscono a due soli lavoratori, con i quali l’azienda peraltro è sempre stata aperta al dialogo".  

"L’azienda considera la salute dei propri dipendenti una priorità e ha adottato sin da subito tutte le misure volte a contrastare la diffusione del Covid-19, rispettando le indicazioni ministeriali e mettendo a disposizione mascherine e prodotti igienizzanti, con massima attenzione alle distanze interpersonali". Oltre alle indicazioni ministeriali, Emiliana Serbatoi ha spontaneamente attivato una procedura specifica per la sanificazione di tutti i mezzi in entrata e in uscita, sia a tutela degli addetti interni che degli autotrasportatori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento