Smog alle stelle, domenica auto ferme anche a Carpi

Fermi anche i veicoli ibridi e a gas/metano a causa dei superamenti dei limiti delle PM10. Modifiche alle deroghe, valido il car pooling, da oggi termosifoni meno caldi di un grado

A causa del superamento dei limiti di legge delle polveri sottili (PM10) da giovedì 26 gennaio a Carpi sono stati inaspriti i provvedimenti contenuti nel Piano Aria Regionale, in vigore nell’area indicata dall’ordinanza comunale di settembre. Le limitazioni della circolazione si applicano ora in tutti i giorni della settimana, festivi compresi e anche domenica 5 febbraio dunque, che sarà una Domenica ecologica.
Lo stop alla circolazione dei veicoli più inquinanti (anche dei mezzi diesel Euro 4 fino alla revoca dell’ordinanza che prevede l’inasprimento dei provvedimenti), è valido dalle 8.30 alle 18.30; su tutto il territorio comunale sono inoltre vietate le operazioni di bruciatura all’aperto dei materiali vegetali di origine agricola e sono stati potenziati i controlli sui veicoli circolanti. A partire da oggi, e fino al rientro nei limiti delle PM10, vista la gravità delle situazione, sono adottati ulteriori provvedimenti quali l’obbligo di ridurre di un grado le temperature nelle abitazioni e il divieto dell’uso dei camini a camera aperta.

Inoltre domenica 5 (come prevede il Piano Aria Regionale) dalle 8.30 alle 18.30 sarà in vigore una delle Domeniche ecologiche previste dal Piano, inasprita, tuttavia nei suoi contenuti: infatti, per quanto riguarda le deroghe sono stati esclusi (ossia non possono circolare) anche i  veicoli a GPL/metano e ibridi; possono invece circolare i veicoli che hanno tre o più persone a bordo (car pool) e restano in vigore anche le deroghe legate all’utilizzo del mezzo; alle deroghe usuali si sono aggiunte quelle per i veicoli utilizzati nei matrimoni e battesimi e per l’accompagnamento degli atleti alle manifestazioni sportive, mentre sono state tolte quelle valide per i giorni feriali (es. accompagnamento alunni). 

Ricordiamo che questi provvedimenti sono in vigore all’interno del perimetro costituito dalla Tangenziale Losi, dalla strada Romana nord, dalla Bretella nord, da via Griduzza, da via Cavata, da via Secchia, dal Cavalcaferrovia Lama, da via Lama e da via Cattani. Le vie che delimitano il perimetro dell’area soggetta a divieto di circolazione, ed i parcheggi ad esse prospicienti, sono liberamente percorribili e accessibili, così come lo sono le vie e i parcheggi che dal perimetro suddetto consentono di accedere, in ingresso/uscita, ai parcheggi scambiatori istituiti in cinque zone e segnalati da cartelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricordiamo anche che i provvedimenti aggiuntivi rispetto alla manovra ordinaria saranno revocati automaticamente a decorrere dal giorno successivo a quello in cui il parametro delle PM10 rientrerà nei limiti giornalieri fissati dalla legge, mentre quelli riferiti a domenica 5 febbraio saranno in vigore solo in quella giornata e nella fascia oraria 8.30-18.30. Tutte le informazioni aggiornate su: www.carpidiem.it/liberiamolaria

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 luoghi in Appennino Modenese che non puoi non vedere

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Via Emilia, giovane accoltellato in pieno centro storico

  • Tragedia accanto allo scalo merci, muore schiacciato dalla propria auto

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

Torna su
ModenaToday è in caricamento