Bomba a Savignano, l'assessore Gozzoli solidale con le vittime dell'intimidazione

"Non conosciamo ancora con certezza la causa di quanto accaduto, ma non possiamo fare a meno di notare con grande preoccupazione come, per la prima volta, una minaccia di questa gravità sia rivolta contro un’azienda agricola"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

«Quello accaduto a Savignano è un grave episodio di intimidazione che getta un’ombra pesante rispetto a possibili infiltrazioni di carattere malavitoso anche nelle Terre dei castelli». Lo afferma Luca Gozzoli, assessore all’Agricoltura della Provincia di Modena, a seguito del ritrovamento dell’ordigno sul cancello dell’azienda agricola “Nino e Marisa” a Savignano. «Non conosciamo ancora con certezza la causa di quanto accaduto e per questo confidiamo nel lavoro delle Forze dell’ordine – ha proseguito Gozzoli esprimendo la propria solidarietà a Nino Quartieri e alla sua famiglia – ma non possiamo fare a meno di notare con grande preoccupazione come, per la prima volta, una minaccia di questa gravità sia rivolta contro un’azienda agricola. Per questo è necessario che tutti siamo vigili e attenti».  

Torna su
ModenaToday è in caricamento