rotate-mobile
Cronaca

Buoni sconto a chi consegna cellulari guasti o in disuso

L'iniziativa sabato 28 e domenica 29 settembre presso l’ipermercato E.Leclerc-Conad di Modena

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Sabato 28 e domenica 29 Settembre, presso l’ipermercato E.Leclerc-Conad di Modena sarà possibile consegnare un vecchio cellulare completo di batteria e ricevere in cambio un buono sconto da 20 € valido per l’acquisto di un nuovo smartphone, oppure un buono sconto da 10 € utilizzabile su tutta la spesa.

La raccolta e l’avvio a recupero dei materiali cosiddetti RAEE, i Rifiuti da apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, avverrà presso l’ipermercato in collaborazione con strumenti e personale messo a disposizione dal Gruppo Hera, che per l’occasione presenterà anche l’applicazione per smartphone “Il Rifiutologo”: un’app dedicata ad aumentare la conoscenza dei cittadini sulle modalità di raccolta dei diversi tipi di rifiuti, e a risolvere i dubbi più frequenti legati alla raccolta differenziata; inoltre, con la funzione “segnalazioni ambientali” l’app permette di inviare una foto o un messaggio per portare all’attenzione dei tecnici Hera un problema che riguardi i servizi svolti dall’azienda, come rifiuti abbandonati o contenitori danneggiati. Per sfruttare queste possibilità basta scaricare l’app gratuita del Rifiutologo disponibile per iOS, Android e Windows. 

“Con questa iniziativa il nostro ipermercato desidera affiancare Hera, enti e istituzioni, nella formazione di una cittadinanza attiva riguardo le buone pratiche di raccolta differenziata, e nello specifico nella raccolta di materiale elettrico ed elettronico – dichiara Oscar Ratti, direttore dellʼipermercato E.Leclerc-Conad - A questo scopo abbiamo pensato di offrire buoni sconto in cambio dello smaltimento dei vecchi cellulari: un incentivo che ribadisce il nostro ruolo nei confronti della comunità e del territorio modenese, e in particolare del suo sviluppo all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità ambientale.” 

“In seguito al rapido susseguirsi delle innovazioni tecnologiche, - spiega Alberto Santini, Responsabile Servizi Ambientali Hera – i RAEE stanno crescendo a un ritmo preoccupante: in media tre volte in più rispetto ai normali rifiuti solidi urbani che produciamo quotidianamente. Il rischio è di disperdere questi rifiuti, spesso pericolosi nell’ambiente, producendo inquinamento e rinunciando al recupero di materie importanti, tra cui metalli preziosi riutilizzabili nei cicli produttivi.

Per consentire dunque un corretto trattamento dei RAEE occorre portarli alla stazione ecologica dove verranno opportunamente differenziati. Hera sta investendo molto nel sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi di uno scorretto smaltimento e raccoglie, ogni anno, quasi 6 Kg/abitante di RAEE, il 40% in più della media nazionale, contribuendo a fare dell'Emilia-Romagna la seconda regione in Italia per il recupero di questi rifiuti.” Con l’impegno congiunto di E.Leclerc-Conad ed Hera, la raccolta differenziata paga due volte: premiando subito i cittadini virtuosi, e ripagando il territorio con un minore impatto inquinante.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni sconto a chi consegna cellulari guasti o in disuso

ModenaToday è in caricamento