rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Criminalità: reati in calo, ma Modena è al 12esimo posto in Italia

Dal 2009 al 2010 aumentano furti in casa e truffe informatiche, mentre diminuiscono furti d'auto, borseggi, rapine e scippi. Così l'elaborazione statistica pubblicata oggi dal Sole 24 Ore sui dati dell'Associazione Nazionale Forze di Polizia

A seconda dei punti di vista e della lettura politica che si vorrà dare a quanto pubblicato oggi dal Sole 24 ore, per Modena il bicchiere è mezzo pieno/vuoto. Statisticamente parlando, però, l'indagine pubblicata oggi dal quotidiano di Confindustria sui dati forniti dall'Associazione Nazionale Forze di Polizia rivela come nella nostra città i reati siano in calo: nel 2010 è stata registrata una flessione del 2%, con 5.124 reati denunciati su 100mila abitanti, per un totale di 35.588 unità in termini assoluti. L'indagine fornisce la classifica nazionale delle province più colpite per sei tipologie: furti in casa, furti d'auto, borseggi, truffe e frodi informatiche, rapine e scippi.

MODENA - Nei furti in casa, Modena è al 26esimo posto nazionale con 331 casi per 100mila abitanti, per un totale di 2.296 episodi denunciati e un incremento percentuale del 3,6% rispetto al 2009. Un po' meglio, invece, con i furti d'auto: 33esimo gradino, con 103,7 furti per 100mila abitanti, con 720 casi totali e un drastico calo del 9,9% dall'anno precedente. Nonostante sia al 44esimo posto, Modena ha mostrato un'impennata del 26,6% per quanto riguarda le truffe informatiche con 150 casi per 100mila abitanti e 1042 casi totali. Il capoluogo geminiano torna nella "zona alta" della classifica piazzandosi al 15esimo posto per quanto riguarda i borseggi: il calo del 5,9% rispetto al 2009 non basta e sono 237,4 i casi per 100mila abitanti e 1.649 i borseggi totali. Nel 2010, rispetto al 2009 sono diminuite considerevolmente le rapine: meno 9,5%, con 36,9 rapine per 100mila abitanti e 256 casi in totale; tutti numeri che piazzano Modena al 22esimo posto. Calano gli scippi denunciati: 17,9 i casi su 100mila abitanti, 124 quelli totali, mentre la variazione è del meno 6,1%.

REGIONE - Nella classifica nazionale, le altre città della regione mediamente si comportano meglio: Parma al 16esimo (4.870; 21.300; 0,8%), Reggio Emilia al 24esimo (4.399; 23.104; -3,6%), Ferrara al 30esimo (4.207; 15.101;: -5,9%), Forlì al 38esimo (4.032; 15.818; -4,7%), Piacenza al 52esimo (3.681;10.600; -0,6%). Solo Bologna mostra problemi di sicurezza non di poco conto dietro, quarta a livello nazionale dietro a Milano, Rimini (colpa del periodo estivo) e Torino: il capoluogo di regione è quarto per i borseggi (460,3 per centomila abitanti, 4.531 in totale, -4,5% sul 2009) e Rimini è sesta (427,9; 1.314; -19,1%). Nelle truffe e frodi informatiche, Bologna è terza (229; 2.254; -1,6%) e Forlì decima (186,3; 731; 32,4%). Il capoluogo regionale è decimo per le rapine (63,8; 628; -6,5%), Rimini è al 13/o posto (56; 172; -35,3%). Rimini è invece al nono posto per gli scippi (38,8; 119; -16,8%). Non compaiono invece province emiliano romagnole nella top 15 dei furti in casa e dei furti d'auto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità: reati in calo, ma Modena è al 12esimo posto in Italia

ModenaToday è in caricamento