Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Carpi

Expo 2015, a piedi da Firenze a Milano, Modena tappa obbligata della buona tavola

Il "Cammino Artusiano" iniziato da Firenze e che arriverà a Milano, fa tappa a Carpi Martedì 14 Maggio presso il ristorante L'Incontro. I camminatori sono pronti a deliziare prodotti e piatti locali, in ravioli, pesce, tiramisù e buon vino

Modena è al centro del "Cammino Artusiano" verso l'Expo 2015, partito a Firenze e che terminerà a Milano. L'itinerario a piedi è partito l'11 Aprile nel capoluogo toscano e  vede la città geminiana come quarta tappa per Martedì 14 Aprile Si tratta di un’iniziativa di Confesercenti Toscana in collaborazione con “Vetrina Toscana” e che vede l’adesione delle associazioni che hanno sede lungo il tragitto tra cui appunto Confesercenti Modena. I camminatori saranno ospitati dal ristorante carpigiano L’Incontro con un menù a quattro mani di pietanze di mare toscane e di terra modenesi.

UN VIAGGIO A PIEDI TRA TOSCANA, EMILIA E LOMBARDIA. La scelta di fare un viaggio a piedi dalla città del Giglio fino a Milano, dove arriveranno il 20 Aprile, nasce dall’esigenza di promuovere stile di vita, prodotti tipici e ristorazione, sia toscana che dei luoghi ‘calcati’ dai camminatori. Un cammino lento, dove la parte gastronomica riflette i prodotti e le specialità della provincia attraversata. Chi effettuerà il viaggio percorrerà tappe che variano dai 25 agli oltre 40 km giornalieri ad eccezione dell’ultima di ‘soli’ 17. Durante il giorno la pausa pranzo sarà al sacco con salumi e formaggi, mentre la cena celebrerà le pietanze, cucinate da un cuoco della provincia ospitante e da uno aderente a “Vetrina Toscana”. 

UNA CENA MODENESE. Dopo Bologna i camminatori giungeranno nel tardo pomeriggio in Provincia di Modena dopo aver percorso 38 km, per poi ripartire il mattino seguente alla volta di Reggio Emilia. A cucinare per loro presso Carpi sono li chef Alessandro Paladini, del Ristorante Nitens di Viareggio (Lucca), e Carlo Gozzi de L’Incontro. La cena sarà a base di vellutata di pesce alla mandorla e vaniglia con mazzancolla alla griglia seguito da ‘Hamburger Trendy’; a seguire i primi, ravioli di Baccalà ed asparagi in sfoglia al nero di seppia su crema di asparagi e Ravioli di ricotta e bietole con coste croccanti; quindi i secondi, involtino di pesce sciabola e gamberi rossi, guancialino di maiale al BiFri, spugnole e sfogliatina al peperone, per chiudere coi dolci, “Sfoglie di cantucci di Prato” e caramelle di vin santo e Tiramisù alle fragole.

COM'E' LA TIPICA GIORNATA DEL CAMMINATORE?  Sveglia al mattino presto con colazione con prodotti tipici della provincia attraversata. Il cammino sarà prevalente al mattino per poi fermarsi ad pranzo fatto a sacco. Ripresa nel pomeriggio, arrivo alla tappa prevista e poi cena. Che sarà cucinata da un cuoco del ristorante ospitante e da un ristoratore aderente al progetto “Vetrina Toscana a tavola” che presenterà i piatti e i prodotti tipici toscani.

LE 10 TAPPE DEL PERCORSO.  11 aprile  Firenze-Barberino di Mugello: km 32,9; 12 aprile Barberino di Mugello-San Benedetto val di Sambro: km  33,8; 13 aprile San Benedetto val di Sambro-Bologna: km 44,4; 14 aprile Bologna-Modena: km 38,8; 15 aprile Modena-Reggio Emilia: km 25,3; 16 APRILE Reggio Emilia-Parma: km 26,7; 17 aprile Parma-Fidenza: km 25,5; 18 aprile Fidenza-Piacenza: 36,5; 19 APRILE Piacenza-Lodi: km  35,3; 20 aprile Lodi-Milano: km 17.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo 2015, a piedi da Firenze a Milano, Modena tappa obbligata della buona tavola

ModenaToday è in caricamento