rotate-mobile
Cronaca Bomporto

Camorra nella Bassa Modenese: sequestrati appartamenti e garage

Il sequestro messo a segno dalla Dia di Bologna a Bomporto e a San Prospero: le proprietà erano riconducibili a un autotrasportatore originario del Napoletano accusato di fare da prestanome per i clan

Ha avuto conseguenze anche nella nostra provincia l'operazione operazione anti riciclaggio condotta dalla Dia nei confronti del clan Fabbrocino attivo nell'area vesuviana, ma con ramificazioni nell'economia nel nord e centro Italia. In tutto il Paese l'indagine ha portato al sequestro di 120 milioni di euro di beni tra immobili, aziende, veicoli e rapporti finanziari.

Nella nostra provincia sono state sequestrate stamattina dalla Dia di Bologna quattro unità immobiliari, due appartamenti e due garage riconducibili ad un indagato. Un appartamento e un garage si trovano nel comune di Bomporto, gli altri a San Prospero. L'uomo, si tratterebbe di un autotrasportatore, non è tra gli arrestati ed è un cinquantenne originario di Ottaviano (Napoli), da tempo residente in Emilia. Oltre ai reati oggetto dell'ordinanza, come l'associazione a delinquere di tipo mafioso, gli viene contestata l'intestazione fittizia di quote societarie: l'accusa è quella di fare da prestanome. Era già noto alle forze dell'ordine, ma non aveva precedenti specifici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra nella Bassa Modenese: sequestrati appartamenti e garage

ModenaToday è in caricamento