rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Troppi bimbi feriti in incidenti stradali, parte la campagna "Bimbo a bordo"

Lo scorso anno in città 70 bambini feriti in incidenti stradali. L'Amministrazione comunale invia alle famiglie le indicazioni per il corretto trasporto dei minori

Lo scorso anno oltre 70 bambini sono rimasti feriti in incidenti stradali, la maggior parte di loro viaggiava sull’auto di mamma e papà e oltre una ventina aveva meno di cinque anni. “Allacciali alla vita” è lo slogan della campagna “Bimbo a Bordo” che si rivolge in particolare alle famiglie di nuovi nati e, in genere, a tutti i genitori e a coloro che trasportano bambini in auto, in moto o in bicicletta.

In questi giorni 553 famiglie modenesi, a cui tra gennaio e metà maggio è nato un figlio, stanno ricevendo una lettera dell’Amministrazione firmata dal sindaco che sottolinea l’importanza di utilizzare sempre, anche per brevi tragitti, seggiolini e cinture per assicurare i bambini. Insieme alla lettera, un opuscolo che illustra come trasportare in sicurezza i bambini e un adesivo da applicare sul vetro posteriore dell’auto per segnalare la loro presenza. In un secondo momento, i materiali della campagna informativa “Viaggiare sicuri con mamma e papà”, realizzata nell’ambito del piano comunale per la Sicurezza stradale, saranno diffusi anche  attraverso i punti informativi, gli ambulatori medici, i nidi e le scuole d’infanzia della città. E, terminata l’attività di sensibilizzazione, un’altra fase della campagna “Allacciali alla vita” sarà dedicata all'effettivo controllo del rispetto delle norme da parte dei conducenti e vedrà impegnati gli operatori della Polizia municipale. Durante i controlli sarà verificato il rispetto delle norme fissate dal Codice della Strada per proteggere i bambini trasportati.

Nel 2014, nell’ambito della medesima campagna, sono state elevate 26 sanzioni a conducenti d’auto e altri adulti tenuti alla sorveglianza a bordo, che non avevano assicurato i bambini correttamente, mentre 30 conducenti sono stati sanzionati perché trasportavano bambini sul sedile anteriore. È di non tanto tempo fa il caso di una coppia di genitori che viaggiava insieme ai due figli di quattro e sei anni senza che nessuno dei familiari fosse assicurato e anzi fingendo, per evitare la sanzione, un’emergenza sanitaria smascherata dopo pochi minuti dagli agenti della Municipale.

Eppure i bambini sono i più esposti ai rischi e l’uso corretto dei sistemi di ritenuta è fondamentale non solo in caso di incidente, ma anche quando la circolazione stradale impone un improvviso cambio di velocità che può mettere a rischio la loro incolumità. Lo scorso anno, dei 72 bambini feriti in incidenti stradali (33 di età da zero a cinque anni, 15 tra sei e nove anni, 24 da dieci a tredici anni), due su tre viaggiavano in auto e di questi 57 bambini, 33 aveva un’età da 0 a 5 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi bimbi feriti in incidenti stradali, parte la campagna "Bimbo a bordo"

ModenaToday è in caricamento