Alcol e farmaci, un ‘cocktail’ pericoloso per 108mila modenesi ‘a rischio’

Torna il mese della prevenzione alcologica. Iniziative in tutta la provincia per spiegare alla popolazione i rischi connessi all'utilizzo di bevande alcoliche associate ai farmaci.

Alcol e farmaci sono un ‘cocktail’ pericoloso. È questo il messaggio dell’ultima campagna di prevenzione alcologica dell’Azienda Usl di Modena che, quest’anno, ha l’obiettivo di informare la popolazione sui gravi rischi per la salute connessi all’utilizzo di sostanze alcoliche associate ai farmaci.  In una provincia, come quella modenese, dove sono circa 108 mila i consumatori di alcol a rischio e dove il 34% dei 15enni ammette di aver bevuto tanto da ubriacarsi almeno una volta nella propria vita, informare la popolazione della pericolosità che può comportare l’associazione tra sostanze alcoliche e farmaci è un obiettivo prioritario.

Nella nostra società l’alcol fa parte della cultura e della vita quotidiana: il consumo di bevande alcoliche è molto diffuso. Secondo i dati PASSI - il sistema di monitoraggio della salute della popolazione adulta che effettua analisi a campione - in provincia di Modena il 71% delle persone nella fascia d’età 18-69 anni consuma alcol, anche occasionalmente, e il 23% risulta essere un consumatore di alcol potenzialmente a maggior rischio per la salute, pari a oltre 108 mila persone.

Il consumo a maggior rischio è più diffuso tra i giovani (48% nei ragazzi di 18-24 anni e 34% nelle ragazze della stessa età) e tra i maschi. Dati confermati anche dall’indagine HBSC (Health Behaviour in School-aged Children) condotta a livello regionale tra gli adolescenti: il 4% degli undicenni, l’8% dei tredicenni e il 34% dei quindicenni ha riferito di aver bevuto tanto da ubriacarsi almeno una volta nella vita. Tra gli adolescenti il 38% dei ragazzi e il 33% delle ragazze ha riferito di aver bevuto nell’ultimo anno 5 o più bevande alcoliche in un’unica occasione (così detto binge drinking).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A livello nazionale, nel 2014, il 63% della popolazione italiana con più di 11 anni ha consumato almeno una bevanda alcolica nell'ultimo anno e i consumatori giornalieri di bevande alcoliche sono invece il 22%. Secondo i dati Istat del 2015, i comportamenti “a rischio” riguardano, attualmente, circa 8 milioni e 265 mila persone, pari al 15,2% della popolazione nazionale. In Europa l’alcol può essere considerato il terzo fattore di rischio di malattia e morte prematura, dopo il fumo e l’ipertensione.
 
Il consumo dei medicinali in Italia negli ultimi anni ha mostrato un costante aumento. Nel 2014 sono state dispensate oltre 1 miliardo di confezioni di medicinali, corrispondenti a 18.7 confezioni per ogni abitante e sono state consumate, in media, 1039 dosi di farmaco al giorno per ogni mille abitanti, contro le 763 registrate nel 2004. Un incremento del 36%. Il 75% di questi farmaci è stato erogato dal Servizio Sanitario Nazionale. In generale le donne consumano più farmaci degli uomini, in particolare nella fascia di età 15-64 anni con una differenza tra i due sessi del 9%. I medicinali più utilizzati sono quelli per il sistema cardiovascolare seguiti dai farmaci del sangue e da quelli dell’apparato gastrointestinale (i dati sono dell’Osservatorio Nazionale sull’impiego dei Medicinali).
 
“Quando assumi farmaci di qualsiasi tipo, consumare alcol anche in piccole quantità è sempre un rischio per la tua salute”. E’ uno dei messaggi riportati sui materiali della campagna informativa rivolta alla popolazione e che coinvolge anche farmacisti e operatori sanitari. La locandina sarà affissa presso gli ambulatori dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta, nelle farmacie, presso i servizi distrettuali e ospedalieri, nelle sedi delle associazioni di volontariato, presso i Comuni e le Scuole. Sono stati realizzati anche una cartolina, un adesivo e un portapillole che verrà distribuito all'interno degli ambulatori dei medici di famiglia e nei servizi distrettuali e ospedalieri, in particolare alle persone con patologie croniche o consumatori di alcol a maggior rischio. Sul web è possibile visitare il sito www.ppsmodena.it dove si trovano i materiali informativi e le iniziative in programma nei diversi distretti sanitari della provincia di Modena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento