rotate-mobile
Cronaca Zocca

Animali, quattro caprioli feriti salvati dal Centro Fauna

I volontari sono intervenuti a Carpi, Torre Maina, Serramazzoni e Zocca per salvare quattro caprioli feriti che ora sono curati nella struttura di via Nonantolana 1217 a Modena

Nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 marzo i volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso sono intervenuti a Carpi, Torre Maina, Serramazzoni e Zocca per salvare quattro caprioli feriti che ora sono curati nel Centro di via Nonantolana 1217 a Modena. Quattro nuovi ingressi, quindi, mentre altri 14 caprioli “modenesi”, salvati nelle scorse settimane, saranno liberati venerdì 21 marzo nel Parco dell’Adamello Brenta, dopo essere stati recuperati feriti, investiti o in situazioni di difficoltà nell’Appennino modenese.

La liberazione avviene in un’area dell’alta Val Camonica, vicino al borgo di Berzo, in base a un accordo tra la Provincia di Modena e il Parco dell’Adamello. Come sottolinea Luca Gozzoli, assessore provinciale alle Politiche faunistiche, l'iniziativa rientra «nel rapporto di collaborazione con il Parco dell’Adamello e gli enti locali bresciani che ha permesso di trasferire in questi ultimi anni quasi 200 caprioli. Una opportunità in più per il territorio modenese dove il proliferare degli ungulati è un problema soprattutto per l’agricoltura, mentre per il Parco dell’Adamello sono un arricchimento. E stiamo ricevendo proposte analoghe da altre località del nord dove accoglierebbero di buon grado i nostri caprioli allo scopo di migliorare il patrimonio faunistico».

I caprioli, tutti dotati di segnale di riconoscimento anche a fini di studio, sono stati liberati in una zona di divieto di caccia, ma anche se dovessero sconfinare in aree dove l’attività venatoria è consentita non potranno essere cacciati. Altri cinque caprioli saranno trasferiti nei prossimi giorni in un'area naturalistica della provincia di Alessandria. Negli anni scorsi decine di caprioli sono stati trasferiti, in base ad analoghi accordi, anche nel Parco d’Abruzzo e in aree protette del Trentino Alto Adige e della Toscana.

L’associazione opera sulla base di una convenzione con la Provincia di Modena. Per le segnalazioni e richieste di intervento sono attivi i numeri telefonici 339 8183676-339 3535192 oppure è possibile chiamare il servizio 118. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali, quattro caprioli feriti salvati dal Centro Fauna

ModenaToday è in caricamento