Cronaca Via Ponte Bianco

Tensione alla ceramica Opera, lacrimogeni per sgomberare il picchetto SI Cobas

Nuova iniziativa di protesta del sindacato autonomo presso lo stabilimento di Camposanto. Intervento della Polizia con il Reparto Mobile per disperdere i manifestanti

Questa mattina si è nuovamente mobilitato il sindacato SI Cobas presso la Ceramica Opera di Camposanto, dove da mesi è in corso una vertenza contro un licenziamento giudicato "politico" dalla sigla autonoma, ai danni di un proprio iscritto. Come avvenuto anche venerdì scorso, alcuni iscritti dei Cobas si sono radunati fin dall'alba davanti ai cancelli dell'azienda di via Ponte Bianco, mettendo in atto un picchetto che si è ingrossato anche grazie alla presenza degli antagonisti del collettivo Guernica. L'intento era quello di fermare i camion davanti all'ingresso della ceramica.

Mentre nelle ultime due occasioni la protesta era rientrata in maniera spontanea sotto gli occhi della Digos, questa volta la Polizia è intervenuta con il Reparto Mobile e di fronte all'ostruzionismo messo in atto da una trentina di manifestanti, ha deciso per un intervento diretto per sgomberare il picchetto.

Il momento dello sgombero - IL VIDEO

Intorno a mezzogiorno il lancio di lacrimogeni ha disperso i presenti e ha consentito agli agenti in tenuta anti sommossa di barricare il cancello, in modo da consentire l'ingresso agli autotrasportatori. Non risultano al momento scontri fisici, nè tantomeno persone ferite. Intorno alle ore 13 i manifestanti hanno poi lasciato il presidio.

La QUestura ha poi fatto sapere che le persone presenti al blocco, tutte identificate, verranno denunciati per i reati di violenza privata, resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione alla ceramica Opera, lacrimogeni per sgomberare il picchetto SI Cobas

ModenaToday è in caricamento