Carpi: centro massaggi celava casa d'appuntamenti

I Carabinieri hanno chiuso per prostituzione il centro massaggi "Tokio Spa" di via Carlo Marx 99: nei guai il titolare, un torinese 41enne, che si recava nell'est europeo per tentare di ampliare l'organico di ragazze

Offrivano un massaggio "romantico" alla modica cifra di 40 euro più il massaggio ordinario da pagare direttamente alla cassa. Ma il titolare del centro massaggi "Tokio Spa" di Carpi, G. T., 41enne torinese, non ha fatto i conti con i Carabinieri. I militari, infatti, hanno scoperto come dietro questo "centro massaggi" al civico 99 di via Carlo Marx, già al centro di attenzioni da parte del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Modena per manodopera irregolare, ci fosse una casa d'appuntamenti.

INDAGINI - Lo scorso gennaio, i militari fecero visita in questo centro carpigiano dove accertarono irregolarità nell'assunzione di massaggiatrici cinesi. In quell'occasione, il Nucleo Ispettorato del Lavoro ordinò la chiusura dell'attività e inflisse una multa piuttosto salata per non avere assunto regolarmente i dipendenti. Agli occhi degli operatori dell'Arma, però, qualcosa non quadrava: gli indizi raccolti, le intercettazioni telefoniche e ambientali rivelarono come all'interno del Tokio Spa si prostituissero due massaggiatrici cinesi non solo con il consenso, ma anche con il "favoreggiamento" da parte del titolare.

ARRUOLAMENTO - Dopo alcuni mesi di indagini, il Tribunale di Modena, su richiesta del Sostituto Procuratore dott. Marco Niccolini, ha emesso un decreto di sequestro preventivo del Centro, allo scopo di impedire la prosecuzione dell'attività illecita. Dalle indagini è anche emerso come il titolare del centro avesse tentato vanamente di “arruolare” ragazze dei paesi dell’Est, da impiegare nel Centro in modo di accrescere i profitti, recandosi direttamente in Bulgaria e Romania. Al momento, non sono emersi coinvolgimenti della criminalità organizzata nella gestione dell’attività. Il titolare è stato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento