menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carpi: maxi-evasione fiscale, Fiamme Gialle recuperano 66 milioni

Una frode di dimensioni multimilionarie è stata scoperta dalla Guardia di Finanza: una società importava e commerciava all'ingrosso filati eludendo regole fiscali e contabili. Denunciato il legale rappresentante dell'azienda

Una maxi frode da parte di una società che importava e commerciava all'ingrosso filati eludendo regole fiscali e contabili è stata scoperta dalla guardia di finanza a Carpi. Le Fiamme Gialle hanno recuperato a tassazione 66 milioni e scoperto quattro evasori totali. Il legale rappresentante dell'azienda è stato denunciato. L'indagine è partita da una anomala denuncia di un furto di materiale contabile su un'auto privata. Secondo gli inquirenti, l'impianto contabile dell'impresa era inattendibile e realizzato 'ad hoc' per mascherare la reale capacità contributiva. Dal 2006 al 2008 l'azienda sarebbe stata così un evasore paratotale, per diventare poi nel 2009 evasore totale. L' inchiesta ha fatto scoprire un credito Iva inesistente - con utilizzo indebito in compensazione orizzontale di altri tributi - la mancata presentazione delle dichiarazioni annuali per il 2009, l'omesso versamento delle ritenute previdenziali per i dipendenti e dell'Iva per le importazioni, oltre alla presunzione legale di cessioni di beni e di redditività per il 2010 e il 2011. La Finanza ha proposto la confisca per equivalente dei beni a disposizione della società. E' stato anche segnalato l'esito dell'inchiesta alla Direzione Regionale delle Entrate per l' applicazione di misure cautelari sui beni patrimoniali di proprietà, nel caso non fossero pagate le sanzioni amministrative.

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia. A Modena circolazione sospesa lungo il percorso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento