rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Formigine / Via Landucci

Casinalbo: continua il progetto "Intrecciare storie...quando le famiglie accolgono"

In continuità con le serate già svolte in ottobre, venerdì 18 novembre a Casinalbo si terrà l'incontro con il dott. Antonio D'Andrea, psicologo e psicoterapeuta familiare che interverrà sulla tematica della 'resilienza'

Il Servizio Sociale Tutela Minori dell’Ufficio Comune, nell’ambito delle funzioni di tutela dei minori e di aiuto alle famiglie in difficoltà, in collaborazione con gli assessori, i dirigenti dei servizi sociali del distretto e le sedi distrettuali del Centro per le Famiglie, ha realizzato un ciclo di incontri  aperti all’intera cittadinanza volti a riflettere sul significato e sulla possibilità di aprirsi all’accoglienza familiare. Il progetto è quello di pensare e progettare occasioni di incontro, per sollecitare una partecipazione attiva e consapevole nell’ambito della quale famiglie con figli, coppie ma anche single, possano porsi in un atteggiamento di aiuto e di sostegno rispetto a famiglie in temporanea difficoltà, mettendo a loro disposizione affetto e un po' di tempo. Tali riflessioni sono aiutate da importanti contributi che i relatori apportano nelle serate.

Venerdì 18 novembre alle ore 20.45 presso la sala civica in via Landucci, 3 a Casinalbo, il dott. Antonio D’Andrea, psicologo e psicoterapeuta familiare, didatta dell’Accademia di Psicoterapia della Famiglia di Roma, interverrà sulla tematica della 'resilienza', in relazione alle storie di bambini e di ragazzi in situazioni di affido familiare. In psicologia il termine resilienza indica la capacità delle persone di far fronte agli eventi stressanti o traumatici e di riorganizzare in maniera positiva la propria vita dinanzi alle difficoltà. Nel corso della serata si rifletterà dunque sulla capacità e possibilità dei minori in situazione di temporanea difficoltà a far fronte alla loro storia personale dolorosa e complessa attraverso un'esperienza di accoglienza da parte di una famiglia affidataria.


Il Centro per le Famiglie di Casinalbo, così come le altre sedi attive sul territorio distrettuale, è a disposizione di chiunque fosse interessato ad approfondire la tematica della disponibilità all'accoglienza familiare di un bambino in temporanea difficoltà, o volesse dare disponibilità per un più semplice sostegno in alcune parti della giornata o della settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casinalbo: continua il progetto "Intrecciare storie...quando le famiglie accolgono"

ModenaToday è in caricamento