rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Castelfranco Emilia / Autostrada del Sole

Castelfranco, camionista ucciso: segni di colluttazione in cabina

Oggetti sparsi nella cabina di M. L., l'autotrasportatore 38enne trovato ucciso ieri in una piazzola di sosta sull'Autostrada del Sole. Secondo alcuni testimoni il mezzo era fermo in quel punto dalla notte precedente

L'autotrasportatore ucciso, M.L. le iniziali, aveva 38 anni ed era originario di Napoli. Dalle prime ricostruzioni della squadra Mobile di Modena, uno o più rapinatori devono averlo assalito la notte scorsa quando si era fermato con il suo camion per dormire nell'area di sosta al chilometro 179 della corsia nord dell'A1. Nella cabina del suo Daf, che trasportava succhi di frutta con destinazione la Lombardia, sono stati trovati oggetti sparpagliati, segno di una probabile colluttazione tra la vittima e gli aggressori. Il camionista, che lavorava per la ditta Del Vecchio di Piazzolla di Nola nel Napoletano, ha subito un trauma in testa ed è stato trafitto da un colpo d'arma da fuoco al fianco. Chi ha sparato ha usato un fucile, come dimostrano i fori di uscita dei pallini sul parabrezza del mezzo pesante. Stando ad alcune testimonianze raccolte dagli inquirenti, il camion si trovava fermo in quel punto almeno dalla mezzanotte. Un residente della zona ha affermato di aver udito rumori simili a spari intorno all'una. Il ritrovamento del corpo senza vita dell'autotrasportatore è avvenuto però solo nella tarda mattinata, quando alla polizia è arrivata la segnalazione di un automobilista che si era insospettito vedendo il mezzo pesante senza apparentemente nessuno a bordo e con il parabrezza infranto.

(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco, camionista ucciso: segni di colluttazione in cabina

ModenaToday è in caricamento